Utente 138XXX
Cari dottori, ringrazaindovi ancora una volta per tutta l'attenzione data, e per le vostre risposte, sono a sottoporvi un mio problema che dura da molto e non riesco a risolverlo. Il fatto è che non riesco ad andare dal dentista, per ripetuti sensi di nausea e rigurgito, come se mi dovessi mettere 2 dita in gola. Per farvi capire con esattezza, faccio fatica a farmi fare anche una panoramica. Sono stato da diversi dentisti, nessuno è stato in grado di risolvere il mio problema. Mi è stato indicato appunto un consulto presso un medico specialista in chirurgia interna, addirittura fare uso di qualche ansiolitico dato che il mio caso e stato ritenuto estremo. Ho 28 anni, fortunatamente non ho carie (da quel poco che han visto), ma necessito di una pulizia dentale e vorrei curare i miei denti. Tutto questo mi succede anche quando li lavo, ma in forma minore, dato che con il viso sono rivolto verso il basso e che lo spazzolino viene "gestito" da me. Eccomi allora per i vostri utili consigli. E' vero che si tratta di un problema di medicina interna? A chi mi posso rivolgere? Non voglio subito curare questo problema, sarebbe troppo bello. Mi batsa capirne almeno le cause di tutto ciò, di modo che riesco successivamente a seguire un percorso per la guarigione. Vi ringrazio veramente per la vostra attenzione, per il vostro tempo dedicatomi e per i vostri, sempre ben accetti, consigli.

[#1] dopo  
Prof. Mauro Granata

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Francamente non mi sembra un problema medico, semmai di natura psicologica. Cerchi di rivolgersi ad un odontoiatra in grado di contenere e gestire le sue difficoltà. Eventualmente qualche goccia di benzodiazepine prima della procedura le potrà essere di aiuto. Cordilai saluti.
Mauro Granata
Mauro Granata

[#2] dopo  
Utente 138XXX

Grazie mille della risposta. Molti mi dicono che si tratta di un problema psicologico, ma come posso curarlo? Non riesco a risolverlo in nessuna maniera. Grazie ancora per tutti i vostri interventi