Utente cancellato
Buonasera,
ho 39 anni, sono in sovrappeso, fumo circa 10 sigarette al giorno.
Da parecchi anni sono in cura con antidepressivi ssri, ho cambiato molte cure, adattate a secondo dell’evoluzione dei miei disturbi (attacchi di panico, depressione, somatizzazioni d’ansia ed ora ipocondria).
Ultimamente (circa quattro settimane fa) dietro consiglio del mio psichiatra ho iniziato una nuova cura per la comparsa di una forte sindrome ipocondriaca (sereupin da 40 mg, neurotin da 300 mg e valdoxan), iniziata gradualmente.
Tutto è iniziato circa tre mesi fa, con la comparsa improvvisa di un a forte lombalgia. Curata inizialmente con antinfiammatori che non hanno dato risultati e successivamente con cortisone per un mese . Ho eseguito tac e risonanza magnetica che hanno rilevato un ernia discale L4-L5
Da lì tutto è precipitato, ho cominciato a convincermi di avere qualche brutta malattia (e internet su questo non aiuta anzi peggiora le cose, ma andare a leggere e come una droga).
Dopo la fine della cura di cortisone ho cominciato ad avvertire una forte nausea che perdurava tutto il giorno, inappetenza, dimagrimento (7 kg).
Faccio una visita da una gastroenterologa che mi prescrive una cura da fare per 20 gg. ma io sto troppo male (nausea continua) e mi spavento sempre di piu’, insomma non resisto e convinco la gastroenterologa a farmi la gastroscopia.
Esito gastroscopia: lieve gastrite iperemica e cardias beante, niente di piu’.
Mi tranquillizzo per qualche giorno ma i disturbi non passano a allora comincio a pensare di avere qualcosa al fegato o al pancreas.
Faccio tutti gli esami del sangue compreso tiroide, amilasi e lipasi.
Tutto nella norma tranne Ves a 20 e globuli bianchi un po’ alti.
La mia convinzione di avere qualcosa non mi lascia tregua e allora prenoto un ecografia addominale completa, lì scopro di avere dei calcoli biliari (nessuna colica per il momento), fegato e pancreas nella norma. A seconda della gastroenterologa potrebbe essere loro che mi causano i disturbi come potrebbero essere delle somatizzazioni d’ansia.
Passano i giorni e comincio a stare leggermente meglio anche di umore, pensieri positivi e piu’ energia.
Poi all’improvviso finisco per due volte ( nel giro di due settimane) al pronto soccorso, per forte dolore allo stomaco che si espande al petto e alla gola. Esami chimici completi, enzimi cardiaci, elettrocardiogramma e rx torace in piu’ la seconda volta sono stata in osservazione per 12 ore.
La sintomatologia non sembrerebbe di origine cardiaca, si propende per un reflusso gastro esofageo dato dal cardias beante.
Intanto dalle nuove analisi del sangue fatte all’ospedale risulta la Ves a 15 (si è abbassata) e i globuli bianchi tornati nella norma.
Nel frattempo eseguo visita ginecologica con pap test tutto nella norma.
Nonostante le rassicurazioni io continuo a stare male, digestione lenta, debolezza, ogni tanto nausea e perenne sensazione di sentirmi come se avessi la febbre alta, poi la misuro e la temperatura è sempre intorno ai 36.7
Secondo il Vs. parere questo mio stato di continuo malessere deve essere indagato con ulteriori accertamenti medici, e quali ?
Mi scuso per la lunghezza della consulenza e ringrazio per l’eventuale risposta.


[#1] dopo  
Dr. Oreste Pascucci

28% attività
0% attualità
16% socialità
MARATEA (PZ)
LAURIA (PZ)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Gentile utente,
è stata chiara ed ha fatto bene ad esporre in modo chiaro il suo problema.So che tranquillizzarla non serve a nulla o a ben poco, vista la componente ansiosa. Non vi sono però, a mio avviso,problemi differenti da quelli riscontrati:gastrite,calcoli biliari,disturbi digestivi Quando ci si preoccupa eccessivamente, molti problemi,se pur "semplicemente" risolvibili,appaiono più grandi di quelli che sono.Un corretto stile di vita, con qualche svago,attività fisica, potrebbe aiutare molto. Una gastrite và curata adeguatamente,con farmaci e alimentazione corretta.Per quanto riguarda i calcoli alla colecisti, se non sintomatici,vanno controllati dopo un anno.Se vi sono problemi digestivi,anche questi possono essere corretti ,come dicevo,con una buona alimentazione(riducendo i grassi,introducendo più acqua ecc).

Le invio cordiali saluti e rimango a sua disposizione per ulteriori chiarimenti.
Dr. Oreste Pascucci
orestepascucci@virgilio.it

[#2] dopo  
43056

dal 2011
Gentile Dottore,
grazie mille per la sua gentile risposta.
So' benissimo che il periodo che sto' passando è piuttosto difficile da gestire con il mio stato ansioso e la forte preoccupazione per la mia salute.
Sto' cercando di reagire a questa situazione, cercando di distrarmi e far riposare un po' la mia mente dal suo eccessivo "lavorare". Come ha potuto vedere ho fatto parecchi controlli medici che per fortuna hanno dato esito negativo. Capisco anche che questa mia situazione psicologica possa incidere anche sulle reazioni del mio fisico procurandomi questo malessere generale.
Nonostante io cerca di convincermi che sono in salute il mio fisico continua a darmi segnali negativi.
Sono quasi due settimane ormai che mi porto avanti raffredore e tosse (anche se sinceramente non sto' prendendo farmaci per questo) ma la cosa che mi rende le giornate piuttosto difficili sono questa constante sensazione fisica di avere la febbre alta, con forte calore in viso, poi come le ho detto la misuro ed è sempre intorno ai 36.5 - 36.8 (quindi niente febbre). Altra cosa che mi fà stare male è una forte spossatezza che sento già a partire dal mattino, sono estremamente debole ed ad ogni minimo sforzo che io faccia mi assale una forte debolezza, sudorazione e sensazione di svenimento.
Ho letto su internet (non so' quanto sia utile per noi ipocondriaci) che una forte stanchezza data anche da un anemia potrebbe essere il segnale di qualche brutta patologia all'intestino.
Io sono sempre stata piu' o meno stitica, con fatica nell'evacuazione, feci dure e caprine. Non ho mai preso lassativi e ad essere sincera non mi sono mai aiutata molto con l'alimentazione. Capita a volte di vedere anche sulla carta igienica un poco di sangue rosso vivo ma questo succede da anni, tantè che mi ricordo di aver fatto, qualche anno fà, anche una ricerca di sangue occulto nelle feci, risultato negativo.
Per un quadro piu' generale le trascrivo le ultime analisi del sangue effettuate in data 28.04.2011 (l'asterisco lo metto nei valori sballati):
GLICEMIA 108 (60-110) intervallo
AST/GOT 22 (2-32)
ALT/GPT 38* (2-31)
LIPASI 16 (7-60)
MIOGLOBINA 16 (FEMMINE <76)
POTASSIO 3.7 (3.6-5.4)
SODIO SIERO 136* (137-147)
BILIRUBINA T. 0.27 (0,1.1)
BILIRUBINA D. 0.22 (0.01-3.77)
CREATININEMIA 0.83
TROPONINA T 0.01 (0-0.12)
LEUCOCITI 5.9 (4-10)
NEUTROFILI 54.6 (38-75)
LINFOCITI 34 (20-48)
MONOCITI 5.1 (2.5-11)
GRA.EOSINOFILI 3.2 (0-8)
BASOFILI 1 (0-3)
ERITROCITI 4.78 (4.2-5.2)
EMOGLOBINA 12.8 (12.5-16)
EMATOCRITO 41.3 (37-47)
MCV 86.3 (82-92)
MCHC 31* (32-36)
MCH 26.8* (27-31)
RDW 15.3* (11.5-14.5)
HDW 2.72 (2.2-3.2)
PIASTRINE 386 (150-400)
MPV 8.4 (7.5-10.5)
PDW DISTR.VO.PIASTR. 36.4* (36.5-41.5)
GAMMA GT 21 (FINO A 38)
AMILASI 93 (28-100)
VES 15* (FINO A 15)
RICERCA ANTICORPI HIV: NEGATIVO.
Come potrà vedere alcuni valori sono sballati.
Comunque ora termino perchè non voglio rubarle altro tempo, avevo solo bisogno di un suo parere definitivo.
Grazie, saluti.

[#3] dopo  
Dr. Oreste Pascucci

28% attività
0% attualità
16% socialità
MARATEA (PZ)
LAURIA (PZ)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Gentile utente,
non è utile "etichettarsi" come ipocondriaca o altro.La presenza di sangue è dovuta principalmente alla stipsi e alla presenza di feci un pò più dure con difficoltà all'evacuazione.Le analisi sono buone. Il consiglio è sempre quello di fare attività fisica,svaghi,interessi ed altro (per quello che è possibile).


Le invio cordiali saluti e rimango a sua disposizione.
Dr. Oreste Pascucci
orestepascucci@virgilio.it

[#4] dopo  
43056

dal 2011
Grazie mille Dottore,
seguiro' i suoi preziosi consigli.
Buon lavoro.