Utente 287XXX
Salve a tutti, sono un ragazzo di 21 anni, da un anno ormai (gennaio 2007) soffro di una febbricola giornaliera. Mi sveglio alle 8 ed ho 36,5 gradi circa, poi dopo colazione raggiungo i 36,9 , e all'ora di pranzo ho 37,0. La febbricola di solito raggiunge i 37,3-37,4 nel pomeriggio, per poi rientrare nella norma la sera dopo cena. Ho fatto per 2 volte analisi del sangue e delle urine di routine (+ funzionalità tiroidea), ho fatto l'urinocultura, tampone auricolari e faringeo, ecografia addominale, ecografia al collo,ecg, rx ai denti, 2 visite orl e una oculistica, e da nessuno di questi test è emerso nulla di significativo.Il mio medico di base ha provato a somministrarmi degli antibiotici ad ampio spettro, senza risultato. aggiungo che oltre alla febbricola, mi sento spesso spossato e stanco,soffro parecchio gli sbalzi termici,mi devo spesso raschiare la gola, e (non so se centra) ho notato che i capelli si stanno diradando e sono deboli, cosa strana dato che mio padre ha 50 anni ma ha ancora tutti i capelli.Secondo voi, di cosa si può trattare?mi consigliate di fare altri esami? Inizio ad essere preoccupato, e il mio medico di base ha esaurito le idee!Ho provato a chiedergli di fare i test per la mononucleosi, ma lui sostiene che tale malattia non può lasciare sintomi per un anno intero.
Aggiungo che non fumo, bevo di rado, non sono in sovrappeso, non ho storie di malattie ricorrenti in famiglia, non ho mai avuto malattie "gravi", e non ho avuto mai rapporti "a rischio". Sono dispostissimo a postare i referti degli esami nel dettaglio o qualsiasi altra informazione, nel caso ne abbiate bisogno. Grazie fin d'ora!

[#1] dopo  
Dr. Antonio Pinto

20% attività
0% attualità
0% socialità
TORRE ANNUNZIATA (NA)

Rank MI+ 20
Iscritto dal 2008
Quella che descrivi potrebbe non essere una febbricola bensì un normale rialzo termico da attività fisica od anche su base neurogena.Peraltro, se gli esami che hai eseguito finora risultano negativi, ciò ti deve tranquillizzare anzichè mettere in apprensione.La mononucleosi, a parte quello che ti ha già detto il tuo medico, essendo una malattia virale non ha cure farmacologiche ma è l'organismo stesso che si difende e guarisce attraverso la produzione di anticorpi specifici che si possono anche individuare e dosare nel sangue. I pochi sintomi clinici che descrivi sono del tutto trascurabili; se non li hai ancora fatti, potresti fare alcune indagini di laboratorio per l'individuazione di eventuali malattie autoimmuni, ma se anche questi dovessero essere negativi non angustiarti ulteriormente in quanto in letteratura vengono descritte anche forme idiopatiche di cui non si riesce ad individuare alcuna causa e che col tempo spariscono da sole...Tanti saluti.

[#2] dopo  
Utente 287XXX

Salve dottore, intanto grazie mille per la cortese e esaustiva risposta. Il mio problema è che sono molto ansioso, e quindi attribuisco ad ogni dolorino o episodio di sonnolenza un significato sinistro... Il mio medico sostiene che una malattia autoimmune di solito aumenta il valore della VES, che al contrario in me è molto bassa (non supera i 2, mentre il laboratorio segnala come valore massimo 12)...cmq gli chiederò di tali test... Se anche quelli dovessero risultare negativi, prenderò in considerazione l'ipotesi di buttare il termometro!
grazie ancora!