Utente 157XXX
buongiorno,sabato mia madre di 75 anni,dopo aver assunto un cappuccino si è sentita molto male,premetto che lei ama il latte e ne fa un uso esagerato,ha iniziato ad avere fortissimi dolori intestinali,dopodichè ha iniziato ad avere scariche di diarrea,poi sembrava migliorare un po' e invece dopo un po' iniziava di nuovo la colica,durante la notte ha avuto lo stimolo a defecare ma avendo l'intestino vuoto ha iniziato a perdere sangue,cospicuo.la mattina è venuto il dottore e ha diagnosticato dopo la visita ,anche interna,colite ulcerosa.ha dato vari farmaci,antinfiammatori,cortisonici e antidolorifici.potete spiegarmi di cosa si tratta e anche che dieta dovrà seguire?specialmente ora,in fase iniziale,cosa può mangiare?lei sta solo bevendo thè e camomilla per il momento.grazie.

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Se per visita interna intende una rettoscopia? Quello che il collega ha potuto osservare è la presenza di una infiammazione del retto con presenza di aree ulcerate.
Questo basta per una diagnosi di proctite ulcerosa e per ipotizzare che tali alterazioni possono aver interessato anche i segmenti colici superiori.
La terapia è condivisibile come lo è l'attuale dieta, un pò meno per il the
Il collega provvederà, in un imminente futuro, a richiedere una colonscopia e a darle tutte le informazioni del caso anche in merito alla dieta.
In linea generale questi sono gli alimenti che dovrebbe al momento non assumere o assumere con parsimonia :insaccati, pane fresco integrale e non, con la frutta si deve fare un uso moderato, soprattutto con gli agrumi e le banane, cavolfiore, cavolo, asparagi, barbabietola, cipolla, fagioli, pomodori, spinaci,latte e latticini, formaggi staggionati, carni e pesci grassi, crostacei e molluschi ,uova, pasticceria,cacao, cioccolato, noce moscata, pepe, peperoncino ed altre spezie, caffè, coca cola e bibite gassate, alcolici e superalcolici
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#2] dopo  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
8% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Gentile utente,
le sottolineo che "avendo l'intestino vuoto ha iniziato a perdere sangue" è un nesso causale che spero abbia stabilito lei, perchè non è condivisibile.
Il sanguinamento digestivo va indagato.
E' utile che lei ci dica cosa intende per visita interna (una rettoscopia? un'esplorazione rettale?) fatta da quale dottore (immagino il medico curante o la guardia medica? altro?) e sia più precisa su "vari farmaci, antinfiammatori,cortisonici e antidolorifici" e sull'entità del sanguinamento (è stata ricoverata?).

Cordialità

Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#3] dopo  
Utente 157XXX

scusate avete ragione,non sono stata precisa.il medico curante le ha fatto un'esplorazione interna stabilendo che non era sanguinamento emorroidario,ma dato che mia madre aveva mantenuto il sangue sapendo che sarebbe venuto il dottore,all'osservazione ha detto che era presente anche del muco e per questo ha stabilito una colite ulcerosa,mia madre non è stata ricoverata,perchè il dottore ha dato,asacol da 400-2 la matt-1 a pranzo-2 a cena,deltacortene da 5 ,una alle 10 ed una alle 17,poi debridat se non sbaglio,sciroppo 3 cucchiai al di.dicendo di tenerla sotto controllo per vedere se fosse andata meglio altrimenti modificava la cura ho decideva x altro.grazie.la colonscopia ha detto che in seguito andrà sicuramente fatta.comunque oggi dopo un giorno di cura va abbastanza bene,le coliche si sono affievolite,riesce a riposare e sanguinamento lieve.

[#4] dopo  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
8% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Le consiglio di non temporeggiare con la colonscopia.

Un saluto.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it