Utente 315XXX
Buongiorno dottore : da circa due anni mi svegli dopo poche ore di sonno e vengo sopraffatto da un intenso malessere che si localizza nella zona ; stomaco , petto , Cuore , diciamo nella metà ' superiore del corpo , dalla parte alta Dell' intestino fino alla trachea . L'epicentro si trova nell'area stomaco , retro sterno , cuore . Mi svegliò dopo 3-4-5 ore di sonno . Nel periodo iniziale , il malessere era molto più' intenso e violento ; dovevo subito alzarmi da letto , avevo anche aritmie cardiache , che per un periodo di alcuni mesi si erano fatte molto intense . La maggiore intensità ' del forte malessere durava circa 20 40 minuti , passeggiavo fregando i il petto con le mani , mi facevo una bevanda molto calda con camomilla e miele e....piano piano mi riprendevo , tornavo a coricarmi dopo circa 90 minuti però' poche volte riuscivo a riprendere sonno . Le notti erano pervase da incubi orrendi la trama erano azioni piene di ansia e confusione , volevo fare cose che non riuscivo mai a fare , comparivano situazioni con soggetti n nauseabondi , fame che non riuscivo a soddisfare perché ' i cibi divenivano schifosi ,avevo difficoltà ' a respirare e questo accadeva anche nel sogno . Consulti di : gastro , cardio , psicologici , non riuscivano a farmi diagnosi certe .... Solo sospetto di GERD . In effetti dopo vari tentativi di assumere inibitori che non tolleravo , ho finalmente provato pariet nel DOS. Di soli 10 mg al mattino e subito la situazione generale ha iniziato a migliorare sotto tutti gli aspetti , compresa a la quasi tot. Scomparsa delle aritmie . Premetto che dopo la colazione del mattino ora per tutto il giorno sto bene e svolgo att. Lav. Come rappr. Comm. Della mia stessa ditta .... Però' le difficoltà' e li continuo timore di non farcela econ. Sono molto pesanti e stressanti . Ora sono passati circa 12mesi dal superamento. Del periodo peggiore ..... La situazione notturna era diventata sopportabile .... Ma negli ultimi tre mesi sta' tornando l'incubo dei risvegli col malessere dormo poche ore ( ho compiuto 70 anni ) e durante il giorno risento , anche se devo dire relativamente. Poco della privazione del riposo notturno ... Temo che i malesseri che si stanno riaffacciando tornino a raggiungere livelli del passato ... Sento che c'è' qualcosa nei visceri superiori che non so cosa possa essere ma temo che diventi invadente e mi porti qualche notte a conseguenze gravi , temo anche un infarto .... Un non so ' cosa .... Non so ' dove indagare ... I medici brancolano nel. Buio... Ho un calcolo alla cistifellea ... Ho un lieve prolasso cardiaco ... Ho vinto con successo nel 2008 la battaglia contro l'epatice c con terapia interf . Ribavirina .... Sto' assumendo parit 10 mg ... Ansiolin gocce 12 prima di dormire .... Non so ' da dove cominciare per capire ... Continuò a pensare che sia tutta colpa della GERD , ma non ne sono sicuro ho anticorpi HB alti ... Può ' incidere HB? ... Che fare ? Mi serve aiuto , grazie !

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PARMA (PR)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Gentile Paziente, si é già rivolta in passato agli esperti del sito, a ha consultato direttamente vari specialisti. Tuttavia mi pare che non sia stata presa in considerazione la possibile presenza di disturbi nel sonno, in particolare disturbi respiratori nel sonno.
Un primo orientamento diagnostico si ottiene con semplici domande al paziente e al partner: il paziente russa abitualmente? arresta il suo respiro anche per una decina di secondi almeno? riferisce bruschi risvegli notturni?, al mattino si alza stanco? di giorno é stanco e sonnolento? In caso di risposte positive il quadro va approfondito per la conferma diagnostica e per la scelta della più adeguata terapia. Eventualmente mi faccia sapere.
Le suggerirei anche di dare un'occhiata agli articoli linkati qui sotto, nell'ipotesi che lei possa riscontrarvi elementi di somiglianza con il suo problema. Cordiali saluti ed auguri.

http://www.studiober.com/pdf/Malocclusioni%20e%20patologie%20respiratorie%20ostruttive.pdf
https://www.medicitalia.it/minforma/Odontoiatria-e-odontostomatologia/983/Problemi-di-naso-chiuso-a-volte-la-causa-sta-in-bocca
https://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/1310-ipertensione-arteriosa-attenti-russare-apnea-sonno.html
https://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/1315-reflusso-gastro-esofageo-notturno-attenti-russare-apnea.html
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#2] dopo  
Utente 315XXX

Egregio dottore, effettivamente la sua i ipotesi della scarsa considerazione del fattore roncopatie , dispnee o ipotetiche apnee piu' o meno importanti o frequenti , la condivido ; in quanto. : Soffro di roncopatie notturne in relazione alle quali , preciso quanto segue . Durante gli angosciosi sogni notturni , mi accade spesso di sognare che non riesco a respirare .... Il sogno già' di per se brutto diventa sofferenza per il soffocamento che si protrae , diventa via via più' intenso e debilitante fino a procurarmi nel culmine della sofferenza , il risveglio liberatorio in una situazione di malessere intenso , a ciò' correlato, ed alla necessità ' di respirare in modo affannoso , come se ciò' comportasse l' urgente necessità ' di ripristinare in tutto il corpo un livello vitale di ossigeno che era diventato carente fino quasi a farmi morire . Non so ' inoltre se anche questo possa essere correlato , ma sogno quasi sempre di essere coricato in un letto , di essere infermo , e di seguire da coricato lo svolgerai degli eventi del sogno senza riuscire per mancanza di energia , ad esserne protagonista. Ho notato che la parte peggiore dei sogni e' sempre quella che precede i risvegli precoci notturni . Altri episodi mi vedono invece sicuro e vincente nei confronti di altri soggetti..... Forse questa porzione positiva , fa parte del periodo in cui riposo è respiro BENE ? Debbo aggiungere di avere già ' eseguito una polisconografia . La diagnosi riferiva di dispnee e di ipo ossigenazione non di livello importante . I medici l'hanno subito considerata VANGELO , io no , in quanto ..... La notte in cui ho eseguito il sondaggio non è' stata pr me ' una note di sonno " normale " sono ipersensibile ed ansioso per cui il mio sonno quella note non era certamente quello di sempre .... È non vi sono stati , guarda caso , ne' sogni con soffocamenti , ne' risvegli con affanno.ora Dottore grazie all suo " campanello , penso a come muovermi per indagare in modo più' compiuto, lei cosa mi consiglia ? .... Grazie

[#3] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PARMA (PR)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Gentile paziente, dal punto di vista terapeutico, oltre all'approccio chirurgico, meno indicato nell'adulto, e alla ventilazione notturna con maschera respiratoria collegata ad apparecchi a pressione continua (CPAP), si può oggi in molti casi optare per l'applicazione , durante la notte, di un dispositivo intraorale simile ad un apparecchio ortodontico che, riposizionando correttamente la mandibola, è spesso in grado di migliorare o risolvere il problema.
Potrebbe infatti trattarsi, anche nel suo caso, di un problema legato ad una mal posizione della mandibola, che, a causa dello scorretto “ingranamento” dei denti, rende più stretto il passaggio attraverso il quale l’aria transita nel retrobocca (faringe). In questo caso, sarebbe opportuno sentire il parere anche di un dentista esperto in problemi respiratori e nel sonno: non tutti i dentisti amano coltivare questa sottospecialità.
Cordiali saluti ed auguri
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#4] dopo  
Utente 315XXX

***ATTENZIONE!***
Questo consulto risulta aggiornato a più di DUE MESI fa:
valuta attentamente se la tua risposta può ancora essere utile all'utente!

Se ritieni opportuno inviare comunque il tuo consulto all'utente allora CANCELLA TUTTO QUESTO AVVISO e scrivi qui di seguito, grazie.

[#5] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PARMA (PR)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Credo abbia commesso un errore ; forse il suo messaggio é partito per errore.
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#6] dopo  
Utente 315XXX

Buonasera dottore . In seguito alla sua ultima risposta ho iniziato immediatamente un percorso di valutazioni nella direzione che lei mi ha indicato . Ho iniziato con consulti con dentisti che purtroppo non coltivano questa sotto specializzazione , cosa che lei già' aveva premesso . Ho quindi cambiato strada e mi sono rivolto ad una dottoressa del centro malattie del sonno di Savona . Finalmente ho avuto modo di capire , dopo varie prove , polisonnografie , RX cranio con proiezione latrero laterale ; che il problema principale e' l'occlusione della via aerea provocata dal rilassamento e abbassamento della mandibola , provocando , sopratutto in posizione supina , dispnea e apnee anche di grado severo, fino ad arrivare , dopo due - tre ore di sonno ad un livello di ipo ossigenazione importante ed innescando un meccanismo di sinergia con la MRGE , tale da produrre tutta la disastrosa situazione che descrissi nei miei primi messaggi. La prima importante iniziativa e' stata , tramite preparazione e assistenza di un dentista che pratica Oral device ; di un byte avanzatore mandibolare . Ho iniziato ad usarlo da quattro mesi e posso dire che questa e' stata la strada giusta , le mie notti hanno cambiato aspetto in buona misura . Diminuzione degli incubi e sopratutto possibilità ' di riposare molto meglio con forte attenuazione dei malesseri al risveglio .pero' non è ancora finita , in quanto , rimane attivo un ostacolo ulteriore al respiro provocato dai tessuti molli dei turbinati nasali e del palato molle .... Un otorino mi ha proposto un intervento con aghi sottili che introdotti nel tessuto molle tramite bruciatura con laser provocano delle fibrosi capaci di ridurre il volume dei medesimi producendo appunto un effetto simil fibrotico...sono in dubbio se affrontare questo intervento ...se posso avere un consiglio .. Grazie

[#7] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PARMA (PR)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Gentile Paziente, sono lieto che il mio consiglio le sia stato utile. L'opportunità di un prosieguo chirurgico gliela darà una nuova polisonnografia che quantifichi il problema residuo, unitamente al suo grado di benessere raggiunto, che può risultarle parziale e insufficiente.
Aggiungo che anche la brava Dottoressa che le ha confezionato il dispositivo intraorale può forse aggiungere qualcosa in più in termini di efficacia.
Bisognerebbe poter vedere: via rete non credo si possa dire di più
Cordiali saluti
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com