Utente 196XXX
Salve Dott.ri e auguri di buone feste,
chiedo un consulto per mio cugino di 24 anni che circa otto mesi fa è stato ricoverato d'urgenza in ospedale dove gli è stata diagnosticata la pancreatite acuta, terapia domiciliare Pariet 20mg 1cp/die e dieta ipolipidica.
Il fatto è che un mese fa circa sono ricomparsi doloretti lievi nella zona interessata ed ha subito ricominciato la dieta, poi qualche giorno addietro ha effettuato una ecografia addominale dove i vari organi sono nella norma,
mentre per il pancreas si evince moderata e disomogenea ipoecogenicità della struttura pancreatica,
ad architettura finemente "acinare", indenne da lesioni focali;
si associa una lieve dilatazione del Wirsung (mm 1,7 - v.n. mm 1),
a contenuto liquido e con pareti ispessite ed iperecogene.
Vorrei avere un'indicazione sul da farsi visto che è ritornata la patologia anche se in forma lieve, capire se ci sono cure specifiche da dover iniziare visto che ne in ospedale e neanche il medico di famiglia mi hanno consigliato.
Grazie anticipatamente per la cortese risposta.

[#1] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Salve,
una pancreatite acuta è una evenienza drammatica che si cura in ospedale e non a domicilio con un IPP.
Dubito fortemente dunque che stiamo parlando di una reale pancreatite acuta, con tutti i limiti del consulto telematico.*
Di suo cugino non conosco nulla, nè le abitudini alimentari, nè se sia bevitore e quanto, nè se sia sovrappeso, nè se abbia svolto tutti gli esami idonei a escludere quella che ora pare essere più una pancreatopatia cronica che una pancreatite acuta recidivante.
Per tale motivo non mi è possibile, e me ne dispiace,suggerire alcuna terapia ma invitarla a portare suo cugino in un reparto di Gastroenterologia, di nota serietà, per un inquadramento ottimale del problema.
Saluti cordiali,
Dr. Caldarola.

*Vedi Recte.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#2] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Recte: forse voleva significare che la terapia con IPP è stata data a domicilio dopo la dimissione.
Mi scusi ma non è molto chiaro quello che ha scritto.
Ad ogni modo il restante della risposta resta confermato.
Saluti,
Dr. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.