Utente 203XXX
Buonasera! Sono un ragazzo di 27 anni e sono un po in ansia da qualche giorno. Tutto è iniziato con evacuazioni molli e e feci spezzettate; andando a vedere su internet mi sono imbattuto nella fibrosi cistica e pertanto mi è crollato il mondo addosso! Non ho mai avuto problemi respiratori o comunque del genere in vita mia ne tosse persistente l'unica cosa è che ho il pancreas che fa un po di capricci, ovvero è da 5/6 anni che nelle analisi mi capita di trovare amilasi e lipasi aumentate ma che rientrano già dopo 1/2 giorni nella norma! Nel 2014 mi fecero subito un ecografia addominale che non rilevo nulla di anomalo, solo un po di "Sabbiolina" nella colecisti ma nulla di grave; l'ultimo episodio qualche settimana fa:

Amilasi 203-------> 30-110
Lipasi. 1461------> 23-300

Nessun dolore o altro sintomo
Rimisurate 4 giorni dopo completamente nella norma!!
A marzo di questo anno rifeci un ecografia è tutto nella norma!!

È possibile che sia fibrosi cistica oppure mi sto facendo condizionare dall'ansia?

Dall'ecografia si sarebbe visto dall'ecografia qualche anomalia dovuta alla fibrosi?!

Nessun caso in famiglia!

Grazie

[#1] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Guardi la Fibrosi cistica nel suo caso è l'ultima, ma proprio l'ultima patologia a cui pensare.
Do per scontato che lei non beva alcolici e non assuma farmaci particolari.
In caso contrario rettifichi pure.
Se ha dubbio sulle feci molli e spezzettate chieda al suo Curante di prescriverle un esame Chimico - Fisico delle feci, se lo ritenga utile.
Credo che nel suo caso sia opportuna una indagine endoscopica (gastroscopia) per la valutazione della Papilla duodenale o di eventuale patologia infiammatoria del duodeno, e , considerando il reperto anamnestico della sabbia biliare in colecisti nel 2014, uno studio con TC e contrasto dell'addome superiore o meglio ancora con RM e contrasto integrata da una Colangio RM sempre dello stesso distretto, che studia la pervietà delle vie biliari la cui malformazione anatomica od ostruzione meccanica potrebbe essere alla base di questo screzio pancreatico altalenante.
Ne parli con il suo Curante e se vuole faccia sapere.
Infine valuti il suo quadro lipidico, in particolare la trigliceridemia, che, se molto alta, influisce negativamente sulle funzioni pancreatiche.
Saluti,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.