Utente 298XXX
Buona sera, ho ritirato gli esami del sangue fatti per la donazione AVIS e sono un po' preoccupata. Glieli riporto:

WBC 8.66
RBC 4.40
HB 12.9
Ht 38.5
MCV 87.5
MCH 29,3
MCHC 33.5
PLT 430 *
neutrofili% 59.6
Linfociti % 30.0
Moniciti% 5.9
Eosinosi% 4.0
Basofili% 0.5
neutrofili 5.2
Linfociti 2.6
Monociti 0.5
Eosinofili 0.35

Esame Emocromocitometrico
Basofili 0.04

Ferritina 9 *
Transaminasi ALT 18
Glicemia 87
Colesterolo 200
Colesterolo HDL 58
Trigliceridi 194
Creatinina 0.67

Io mi sento bene. Nei mesi scorsi ho avuto qualche problema ma che sembrava risolto. A maggio ho avuto un episodio di febbre di 1 giorno, per me rarissima, con lifonodo gonfio retro auricolare e dalle analisi ves alta (61) e piastrine alte (440) ma nessuna apparente causa, io stavo benissimo, nemmeno un mal di gola. Un paio di settimane dopo mi sono svegliata all'alba con le mani gonfie e prurito forte che è durato per qualche giorno ripresentandosi sopratutto mattina e sera. ... poi passato dopo circa 1:settimana. . Sono stata visitata da un medico internista: Eco addome completo negativo e lui riteneva che le due cose (mani e linfonodi/ves non fossero collegati) Ho rifatto gli esami del sangue e la ves era rientrata. . Fatto anche esami del sangue reumatologici tutti negativi.
Ora le piastrine si sono abbassate ma non rientrate e si è aggiunto anche il ferro basso.
Vero che negli ultimi tempi ho diminuito il consumo di carne. Cosa posso fare? mi devo preoccupare?

La ringrazio molto per il suo tempo
Buona serata

[#1] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Gentile Signora,
a prescindere dal suo racconto anamnestico e dalla visita Internistica che ha effettuato, il soli dati che emergono dagli esami che lei posta sono una lieve piastrinosi e una ferritina molto bassa.
Avere 440.000 o 430.000 PLT non cambia molto.
Va valutato se tale aumento, ripeto lieve per il momento, sia reattivo ad una infiammazione in corso, che si valuta monitorando gli indici di flogosi tra cui la VES ma non solo, o sia l'inizio di una trombocitosi essenziale o primitiva che spesso esordisce in modo molto soft.
Inoltre lei ha una ferritina ai limiti bassi: va capito se lei perda ferro, per esempio dall'apparato gastrointestinale o con un mestruo abbondante o se l'introito sia scarso. O ancora se sia scarso l'assorbimento a livello intestinale.
Quindi in prima battuta sarebbe indicato un esame del sangue occulto nelle feci siu tre campioni, o la conferma che lei abbia metrorragie o menorragie, nel qual caso deve rivolgersi al ginecologo.
Perchè attualmente non è anemica ma quando la ferritinemia dovesse ulteriormente abbassarsi anche l'anemia da carenza di ferro comincerà a manifestarsi.

Il mio consiglio è quindi di parlare con il suo curante per le indagini che mi sono permesso di proporle (indici di infiammazione e sangue occulto fecale) e di osservare un atteggiamento di attesa per quanto riguarda le piastrine valutandole mensilmente per evitendiare il trend in salita o in discesa...o stazionario.
Se le fa piacere potrà tenermi aggiornato.

Cordialità,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#2] dopo  
Utente 298XXX

Buongiorno Dott. Cardarola, prima di tutto grazie per la sua rapidissima risposta.
Sono stata dal medico questa mattina e mi ha solo indirizzata da un ematologo... purtroppo non si prende molte responsabilità. Ovviamente ho già chiamato e avrò la visita a marzo.... ora vedrò se è necessario andare privatamente...
Nel frattempo sono un po' preoccupata.... posso prendere degli integratori di ferro? hanno controindicazioni? Posso integrare con la dieta?

grazie per il suo prezioso aiuto.
buona giornata

[#3] dopo  
Utente 298XXX

Mi scuso Dott Caldarola, mi sono accorta di aver scritto male il suo cognome... maledetto correttore automatico... RImango in attesa della sua risposta.
Grazie

[#4] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Ma non si scusi, non ve ne è bisogno.
:-))
Se deve andare da un Ematologo scelga bene.....
Per il momento integri il ferro con la dieta: poi l'ematologo le consiglierà eventualmente la soluzione farmacologica più adatta a lei.
Che bello fare il medico di base così: e si lamentano pure......

Mi aggiorni quando vuole.

Carissimi saluti,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#5] dopo  
Utente 298XXX

Quando ha ragione... io avrei avuto solo bisogno di un parere del mio medico e invece mi manda dall'ematologo. Purtroppo non posso molto scegliere.... quello che passa l'ospedale che ha la data meno lontana nel tempo. Secondo lei dovrei andare privatamente per andare prima? io di ematologi non so nulla...

Ma se andassi in farmacia a prendere un integratore di ferro? oppure un multivitaminico? non potrebbe aiutarmi a risollevare i miei valori?
sono un po' preoccupata e un po' nel pallone..

grazie ancora




[#6] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Cara signora,
prima di integrare il ferro con farmaci occorre una diagnosi.
La dieta ovviamente la può già iniziare.
Le ribadisco che se il suo medico è in panne per una sciocchezza silmile o lo cambi e ne scelga uno più preparato o aspetti la visita ematologica con il SSN o vada da un ottimo ematologo a pagamento.
Altre opzioni non sono previste.

Cari saluti,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#7] dopo  
Utente 298XXX

Buongiorno, le scrivo e la disturbo perché sono davvero preoccupata.
Visto che il mio medico si ostina a non "sentire" ho pensato di acquistare in farmacia un kit di controllo delle feci .
https://primahometest.com/test-colon-retto-fob

L'ho eseguito su due giorni e questa mattina ho eseguito il test. Dopo circa 5 minuti è comparsa la sottile linea di positività e sono entrata nel pallone totale.... vero che era molto leggera ma c'era...

é davvero attendibile questo test?
ora troverò il modo di farlo in un centro medico.... immagino sia fatto con una metodologia diversa ... di quale ci si può fidare?

grazie di cuore come sempre e buona giornata

[#8] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Salve,
è necessario ripetere il test per il sangue occulto su tre campioni presso un laboratorio serio che faccia la ricerca dell'Emoglobina Umana con anticorpi specifici nelle feci e la quantizzi.
Se il test sarà positivo vorrà dire che lei perde dallo stomaco o dall'intestino e quindi necessita di escludere tutte le cause di sanguinamento occulto gastro - intestinale con appositi esami endoscopici.
Non è necessario pensare ad un tumore: anche una MRGE o un'ernia iatale possono provocare sanguinamento occulto.
Come pure un banale polipo al colon, benigno, che viene rimosso durante la stessa colonscopia.
Tralascio volutamente il vasto capitolo delle malattie infiammatorie intestinali, che pure possono essere responsabili della positività del SOF.
A presto.
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#9] dopo  
Utente 298XXX

Grazie, spero di riuscire a "convincere" il mio medico di base.
Mi permetterò di disturbarla ancora quando avrò i risultati.

Grazie!

[#10] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
A presto dunque!

Cari saluti,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#11] dopo  
Utente 298XXX

Buonasera, le allego i risultati delle analisi ritirati oggi.
Mi preoccupa la ves e il ferro... la Ves era alta anche a maggio (65) e avevo anche un linfonodo gonfio retro auricolare, poi passato da solo e anche la Ves era scesa! e ora cosa succede? io mi sento bene!

ESAME EMOCROMOCITOMETRICO
Globuli Bianchi (WBC) 8,65 x10^3/µL 4,00 - 10,80
Globuli Rossi (RBC) 4,28 x10^6/µL 4,00 - 5,20
Emoglobina (Hgb) 12,4 g/dL 12,0 - 16,0
Ematocrito (Hct) 38,5 % 37,0 - 47,0
Volume corpuscolare medio (MCV) 90,0 fL 82,0 - 99,0
Contenuto Medio Hgb (MCH) 29,0 pg 27,0 - 36,0
Concentrazione Media Hgb (MCHC) 32,2 g/dL 32,0 - 37,0
Distribuzione Vol. Eritrocitario (RDW) 13,6 % 12,0 - 17,0
Piastrine (PLTS) 405 x10^3/µL 130 - 400 *
FORMULA LEUCOCITARIA
Granulociti Neutrofili 60,6 % 40,0 - 74,0
Linfociti 30,7 % 20,0 - 45,0
Monociti 4,1 % 3,4 - 11,0
Granulociti Eosinofili 4,4 % 0,0 - 8,0
Granulociti Basofili 0,2 % 0,0 - 1,5
Granulociti Neutrofili 5,24 x10^3/µL 1,50 - 8,00
Linfociti assoluti 2,65 x10^3/µL 0,90 - 4,00
Monociti 0,35 x10^3/µL 0,20 - 1,00
Granulociti Eosinofili 0,38 x10^3/µL 0,00 - 0,80
Granulociti Basofili 0,02 x10^3/µL 0,00 - 0,20

Metodo: fotometria capillare quantitativa
V.E.S. (VELOCITA DI ERITROSEDIMENTAZIONE) 65 mm/h *
Donne:
da 0 a 50 anni: 2 - 37
da 51 a 70 anni: 2 -39
> 70 anni: 3 - 46
Esame ripetuto

Metodo: chemiluminescenza
FERRITINA 8 ng/mL 10 - 291 *


Metodo: immunoturbidimetrico
PROTEINA C REATTIVA (P.C.R.) 0,22 mg/dL < 0,50


Metodo: HPLC
OMOCISTEINA 7,1 µmol/L
Fino a 15 anni: 3 - 10
Fino a 65 anni: 3 - 15
Oltre 65 anni: 3 - 20

Metodo: fotometrico con oro colloidal
RICERCA SANGUE OCCULTO NELLE FECI su 3 Campioni - NEGATIVO

Rimango in attesa della sua opinione.

GRAZIE!

[#12] dopo  
Utente 298XXX

Buongiorno dottore speravo molto di ricevere una sua risposta. Potrebbe per favore darmi il suo parere sulle analisi del sangue che le ho copiato nel precedente messaggio.

Nel frattempo sono andato dal mio medico che mi ha un po' tranquillizzato mi ha prescritto le analisi del sangue per la tiroide e il ferro per via orale.


La ringrazio moltissimo