Utente 133XXX
Salve ho avuto un tamponamento circa un mese fa mentre mi recavo al lavoro... mi hanno diagnosticato una distorsione cervicale con collarino 7 giorni e prendere dei miorilassanti e terapia fisioterapistica in caso di dolori...parliamo di infortunio su lavoro in quanto mi stavo recando dal lavoro... non sono stata troppo bene mal di testa vertigini dolore lombare il mio dott mi prescrive altri 15 giorni e di continaure con i miorilassanti riportando sul certificato distorsione cerviale e lombare (ma non che sintomi avessi è normale???)...Vado da un fisioterapista nel frattempo e visto che non stavo molto bene alla fine delle due settimane di sedute (ne devo ancora fare una per finire il ciclo) chiedo al dott una settimana in piu in modo da tornare al lavoro
....Sono stata chiamata dall'inail per una visita medico legale nella quale mi hanno rilasciato il certificato di guarigione inziando cosi a lavorare da lunedi...
Domanda:
se chiudo l'infortunio ossia rientro al lavoro e' come se chiudessi la pratica???...dovro effetuare altre sedute...
E' normale che la dottoressa non abbia scritto che mi sottopongo terapie e che continuero'???
Le sedute mi verranno tutte rimborsate?
Meglio che faccia una visita medico legale da un privato??
Meglio avere un avvocato di fiducia che non quello dell'ass.ne visto che non si è fatto ancora sentire?? e non risponde alle mie email e telefonate
La macchina tra quanto mi verrà rimborsata?? è stato un incidente a tre
Mi hanno anche detto che i problemi potrebbere anche non risolversi ma come faccio a dimostrarlo??....
vero che l'inail si potrebbe rivalere su di me???....

Grazie per l'opportunità concessami.


[#1] dopo  
Dr. Andrea Mancini

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
0% attualità
16% socialità
ANCONA (AN)
CORINALDO (AN)
ALTIDONA (FM)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Egr. Utente,
rispondo alle sue domande nell'ordine in cui le ha poste.
1) se chiude l'infortunio può continuare a farsi prescrivere dei giorni di riposo dal suo medico almeno fino a quando esegue terapie
2)no, il suo medico deve scrivere che sta effettuando terapie, è importante per stabilire che non è ancora stabilizzata clinicamente
3) la fisioterapia, qualora effettuata da professionista tecnico riconosciuto (ovvero in possesso di regolare abilitazione all'esercizio della terapia fisica in genere), le verrà riconosciuta integralmente (chiaramente non se le sedute di terapia dovessero essere abnormi rispetto alla lesione patita
4)si, si faccia seguire da un medico specialista in medicina legale anche dalle prime fasi del trauma per meglio comprendere la sua evoluzione e si faccia consigliare in tal senso sulla opportunità di terapie e visite da farsi
5)sul tema dell'avvocato deve decidere lei, è un rapporto professionale che dipende dal professionista cui si rivolge
6)sui problemi dell'auto è il suo avvocato che deve risponderle
7)l'inail non si può rivalere su di lei (ma che lavoro svolge?)
Buona giornata
Andrea dott. Mancini
Specialista in Medicina Legale e delle Assicurazioni

[#2] dopo  
Utente 133XXX

la terapia dovrei finiarla oggi anche se ne dovro fare altri.....ma il medico dell'inail mi ha rilasciato un certificato di guarigione senza scrivere delle terapie....cosa devo fare???....per quanto riguarda il medico legale non ho ancora contattato nessuno pensando che non servisse meglio che ne contatti uno anche adesso che è già passato un mese???....
Sono un impiegata il problema mio principale era che non risucivo a stare tanto seduta in quanto avevo dolori lombari con la fiosioterapia mi stanno passando per cui potrei riprendere a lavorare....
Avedomi lasciato un certificato la dottoressa dell'inail come posso muovermi???

[#3] dopo  
Dr. Andrea Mancini

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
0% attualità
16% socialità
ANCONA (AN)
CORINALDO (AN)
ALTIDONA (FM)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
GEnt. Utente,
la guarigione dell'Inail non rileva ai fini del risarcimento civile che dovrà avere a causa del tamponamento subito. Vada dal suo medico curante per farsi prescrivere altri giorni di malattia sempre che stia eseguendo terapie.
Per il medico legale o si fida di un consiglio del suo legale o si attiva autonomamente, l'importante è che sia specialista in medicina legale.
Mi dice chi le ha detto che l'inail si rivale su di lei?
Saluti
Andrea dott. Mancini
Specialista in Medicina Legale e delle Assicurazioni

[#4] dopo  
Utente 133XXX

le terapie le sto eseguendo e dovrò farne ancora non so quantificare dipende da come vado....
Ma se dovessi rientrare al lavoro (sono a casa già da 28 giorni con tempe determinato e sinceramente non sono messa come une mese fa)
il fatto che faccia delle terapie implica qualcosa???
Meglio attivermi autonomamente...
Me l'ha detto gente che conosco....che se non si ha una percentuale di punti parial 6% e piu l'inail non risarcisce....e si potrebbe eventualmente rivalere sull infortunato....
Grazie ancora

[#5] dopo  
Dr. Andrea Mancini

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
0% attualità
16% socialità
ANCONA (AN)
CORINALDO (AN)
ALTIDONA (FM)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Gent. Utente,
non faccio commenti sulla rivalsa dell'Inail sulla persona lesa in un incidente stradale in cui l'assicurato ha ragione al 100%. Ritengo inutile ogni commento ma un simpatico buffetto.
Rientrare al lavoro è una decisione che spetta dapprima all'Inail ed a lei spetta protestare se ritiene che non sia ancora in grado di riprendere il lavoro.
Le terapie si fanno anche quando si lavora e per tale motivo si ricorre al medico curante per farsi certificare che, pur avendo ripreso il lavoro, non si è ancora completamente ristabiliti o comunque guariti con postumi.
L'Inail ha un altro obiettivo che non è quello di lasciarla in malattia finché lei non ha finito le terapie (si immagini cosa accadrebbe...tanta gente a casa a farsi le terapie per mesi mesi e mesi...).
L'Inail riconosce un quantum economico solo dopo che ha riconosciuto un danno superiore al 5% (ovvero pari al 6% o superiore).
Nel suo caso non credo raggiungerà tale percentuale ma, ai fini assicurativi - ovvero della responsabilità assicurativa con risarcimento del danno biologico - la questione è diversa in quanto anche il singolo punto percentuale assume dignità risarcitoria economica, così come il periodo di malattia e le spese sostenute.
Sperando di aver chiarito i suoi dubbi le auguro buona giornata.
Andrea dott. Mancini
Specialista in Medicina Legale e delle Assicurazioni

[#6] dopo  
Utente 133XXX

grazie dottore mi ha tolti tutti i dubbi....andro dal mio dottore a farmi prescrivere un certificato che dica che sto facendo ancora delle cure anche se lunedi ritornero al lavoro...
GRAZIE PER LA DUA DISPONIBILITA'.

[#7] dopo  
Utente 133XXX

Arieccomi.
Mi scusi se la disturbo di nuovo ma ho altri DUBBI...
Sono riuscita a parlare con il mio avvocato che mi ha chiesto se volessi fissare l'appuntamento, pensavo con lui ed invece per la visita medico-legale dicendomi che l'importante non era finire la terapia che ho ribadito sto facendo e il certificato di guarigione ma che il peggio fosse passato....ora:

E vero?
Come non serve il certificato di guarigione???...
Se facessi la visita le spese delle visite che dovrei fare dopo la terapia dove andrebbero a finire cioè mi ritornerebbero??....
Mi puo spiegare il senso??

Grazie di nuovo.

[#8] dopo  
Dr. Andrea Mancini

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
0% attualità
16% socialità
ANCONA (AN)
CORINALDO (AN)
ALTIDONA (FM)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Gent. Utente,
il senso non lo posso spiegare perché non l'ho capito neanch'io.
Il certificato di guarigione serve ed va fatto al termine delle terapie (posto, ripeto, che siano congrue con il caso in esame).
Più di così...
Buona giornata
Andrea dott. Mancini
Specialista in Medicina Legale e delle Assicurazioni