Utente 103XXX
Cari dottori voglio farvi presente la situazione di mio padre a cui è stato diagnosticato un K polmonare 3 stadio B. subito ci siamo attivati per la chemio e la radio ma anche per giustificare le assenze a lavoro e allora 104 questa meravigliosa legge. la 1° volta gli è stata concessa per sei mesi come se la situazione potesse megliorare in qualche modo, poi allo scadere revocata o meglio gli è stato assegnato il comma 2 o B la piu' grande presa in giro dello stato italiano perchè non ti da diritto a niente di diverso dai normalmente abili e allora a cosa serve? Giungo in fondo per chiedervi se è corretto tutto cio, far girare in vano pazienti a cui statisticamente parlando sono rimasti forse 1 o 2 anni, è un caso isolato il nostro o è la prassi questa?

[#1] dopo  
Dr. Andrea Mancini

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
0% attualità
16% socialità
ANCONA (AN)
CORINALDO (AN)
ALTIDONA (FM)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Gent. Utente,
suo padre ha smesso di fare chemio e radioterapia?
Quali sono le sue condizioni attuali? Sta eseguendo particolari terapie?
Ha richiesto l'indennità di accompagnamento qualora la sua situazione sia particolarmente grave?
Buona giornata
Andrea dott. Mancini
Specialista in Medicina Legale e delle Assicurazioni

[#2] dopo  
Dr. Maurizio Golia

28% attività
20% attualità
12% socialità
BRESCIA (BS)
SERIATE (BG)
CREMONA (CR)
PESCHIERA DEL GARDA (VR)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2007
Generalmente l'handicap grave viene riconosciuto per 1 anno se il paziente ha in corso un trattamento chemioterapico e radioterapico. Poi molto dipende dalle condizioni generali e dall'età.
Dr. Maurizio Golia Specialista Medicina Legale e Medicina Preventiva Lavoratori tel. 339/7303091
Brescia - Cremona - Bergamo - Verona