Utente 132XXX
BUONGIORNO, A SEGUITO INFORTUNIO SUL LAVORO IL PERITO DELL'ASSICURAZIONE AZIENDALE MI HA RICONOSCIUTO IL 9% DI INVALIDITA' PERMANENTE PARI A CIRCA 12.000 EURO. PURTROPPO HO DOVUTO SOSTENERE SPESE PER CIRCA 16.000 EURO TRA FISIOTERAPIA, DENTISTA ETC. L'ASSICURAZIONE DICE CHE NEL CONTRATTO NON SONO CONTEMPLATE NE' LE SPESE MEDICHE, NE' DANNI MORALI, LEGALI E NEPPURE I GIORNI DI INABILITA' TEMPORANEA E TOTALE. NON HO LA POSSIBILITA' ANCHE TRAMITE IL MIO AVVOCATO DI CHEDERE UNA COPIA DELLA POLIZZA. A ME SEMBRA MOLTO STRANO.CREDO CHE IN QUALSIASI POLIZZA LE SPESE SONO DOVUTE. IL MIO AVVOCATO HA CONTESTATO IMMEDIATEMENTE ALL'ASSICURAZIONE L'IMPORTO IRRISORIO. CHIEDO UN PARERE A VOI SPECIALISTI. QUALE E' LA STRADA MIGLIORE SENZA FARE CAUSA ALL'AZIENDA? SI PUO' ARRIVARE AD UNA MEDIAZIONE TRA ME E L'ASSICURAZIONE O IN QUESTO CASO L'AZIENDA DEVE PAGARE LA DIFFERENZA?

GRAZIE

[#1] dopo  
Dr. Mario Corcelli

52% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2009
Gentile Utente,
mi pare strano che non possa accedere alla polizza; chieda all'Agenzia che le ha acceso il contratto.
Se invece, come intuisco, si tratta di una polizza collettiva aziendale, deve rivolgersi alla sua ditta per averne una copia.

Le spese, se non sono contemplate nella polizza, non vengono rimborsate.
Anche l'inabilità temporanea , se non è contemplata nella polizza, non è indennizzata.
Una polizza infortuni non contempla nè danno morale nè le spese legali.

Quanto alla valutazione di postumi, se ritiene che siano stati sottovalutati, dovrebbe consultare di persona un medico-legale; se questi ritenesse che i suoi postumi valgano di più, ha il diritto di chiedere un arbitrato.
L'arbitrato è composto da tre medici; il suo e quello della compagnia assicurativa scelgono di comune accordo il terzo medico.

Cordiali saluti



Mario Corcelli, MD
Milano - specialista Medicina Legale e Igiene-Tecnica Ospedaliera
http://www.medico-legale.it

[#2] dopo  
Utente 132XXX

Grazie per la celerita' .
Infatti copia della polizza l'ho richiesta all' Azienda e sto aspettando. Il mio perito medico legale mi ha riconosciuto lo stesso punteggio 9% del perito dell'assicurazione.
Al momento dell'infortunio, caduta a terra su pavimento non a norma, l'Azienda mi rispose che le spese mediche mi sarebbero state rimborsate dall'Assicurazione. A questo punto qualcuno mi deve rimborsare tutto cio' che mi spetta. Lei pensa che ci potra' essere una mediazione tra l'Assicurazione e l'Azienda? Il mio avvocato sostiene che se non si viene ad un accordo , si va direttamente in causa ed io non vorrei arrivare a tanto, anche perche' ho bisgno di lavorare. Pero' ognuno si prenda le proprie responsabilita'. Io non posso rimetterci, sicuramente. I 12.000 euro mi serviranno per continuare la fisioterapia etc.. ma si presume che per aver tal punteggio ho dovuto sostenere delle spese..... Nel frattempo anche l'Inail mi dovra' richiamare per aggravamento e spero mi dia almeno l'esenzione per le spese fisioterapiche. So che le tabelle Inail sono diverse da quelle private, ma sono fiduciosa.
Mi dia un consiglio. E' possibile una mediazione?
grazie in anticipo

[#3] dopo  
Dr. Mario Corcelli

52% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2009
Gentile Signora,

se lei si riferisce ad una polizza infortunistica aziendale, le spese sono indennizzabili solo se previste nella garanzia della polizza. In caso contrario, può fare tutti i ricorsi che vuole, non otterrà nulla.

Se invece si riferisce alla responsabilità civile dell'azienda nella causazione dell'infortunio, la questione è diversa; in tal caso, anche le spese mediche fanno parte del risarcimento.
E' necessario, tuttavia, che tali spese siano giudicate pertinenti al trauma in esame, necessarie per la guarigione e congrue dal punto di vista quantitativo, ovvero in linea con i prezzi di mercato.
Trattandosi di un infortunio sul lavoro, parte delle spese possono essere pagate dall'INAIL, ma bisogna vedere caso per caso.
Dovrà essere il suo consulente medico-legale a darle un consiglio sulla pertinenza e congruità delle spese sostenute e di conseguenza sulla via migliore per ottenerne il risarcimento.
Mario Corcelli, MD
Milano - specialista Medicina Legale e Igiene-Tecnica Ospedaliera
http://www.medico-legale.it

[#4] dopo  
Utente 132XXX

GRAZIE MILLE DOTTORE,
IN REALTA' NON RIESCO A REPERIRE COPIA DELLA POLIZZA. HO PROVATO A CHIEDERLA IN AZIENDA MA PER ORA FANNO FINTA DI NULLA. L'AZIENDA SUBITO DOPO L'INFORTUNIO MI AVEVA ASSICURATO CHE LE SPESE MI SAREBBERO STATE RIMBORSATE DALL'ASSICURAZIONE......IN REALTA' NON VORREI FARE CAUSA PERCHE' HO BISOGNO DI LAVORARE MA PENSO DI AVER DIRITTO A CIO' CHE MI SPETTA. QUALCUNO DOVRA' RISARCIRMI. SONO STATA CONVOCATA NEL FRATTEMPO DALL'INAIL PER L'AGGRAVAMENTO E L'INVALIDITA'. MI ACCOMPAGNERA' IL PATRONATO INCA. LEI PENSA CHE AVENDO AVUTO DA PERITI PRIVATI IL 9%, IL PUNTEGGIO INAIL POTRA' ESSERE UGUALE? POTRO' PORTARE COPIA DELLA PERIZIA DOVE SONO INDICATI I POSTUMI E IL PUNTEGGIO? SCUSI TANTO MA NON SO COME FUNZIONA. VISTO CHE NESSUNO VUOLE PAGARE IL DANNO SPERO CHE L'INAIL RICHIAMERA' L'AZIENDA, E' POSSIBILE? POTRANNO DARMI L'ESENZIONE ALMENO PER LA FISIOTERAPIA?
GRAZIE

[#5] dopo  
Dr. Mario Corcelli

52% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2009
Gentile Signora,

vediamo di ripetere alcuni concetti:
- se si tratta di una polizza infortunistica e se le spese non sono contemplate, non si può fare nulla.
- se si tratta di polizza di responsabilità civile della ditta, le spese possono essere rimborsate, ma nel rispetto delle seguenti condizioni: che siano pertinenti al trauma, che siano necessarie e non superflue, che non siano quantitativamente spropositate rispetto alla entità delle lesioni, che siano in linea con i prezzi di mercato.

Quanto alla valutazione dei postumi, il punteggio del?INAIL potrà essere uguale ma anche inferiore a quello del suo consulente; certamente è utile che esibisca la sua perizia di parte.

Per quanto riguarda la fisioterapia, sarebbe stato utile un benestare preventivo da parte dell'INAIL o l'effettuazione della fisioterapia presso un centro convenzionato; se le ha fatte privatamente, non è detto che l'INAIL sia disposto a rimborsarle la spesa.
Mario Corcelli, MD
Milano - specialista Medicina Legale e Igiene-Tecnica Ospedaliera
http://www.medico-legale.it

[#6] dopo  
Utente 132XXX

GENT.MO DOTT. LA RINGRAZIO.
NEL FRATTEMPO IL MIO LEGALE HA SAPUTO CHE LA POLIZZA AZIENDALE INFORTUNISCA COPRE SOLO IN CASO DI MORTE O INVALIDITA' PERMANENTE. ORA LA MIA DOMANDA E': CHI MI RIMBORSA LE SPESE MEDICHE? L'AZIENDA NON NE VUOLE SAPERE.
MA NON SONO FORSE CADUTA SU UN PAVIMENTO SENZA NORME DI SICUREZZA? FRA POCHI GIORNI SARO' CONVOCATA DALL'INAIL .LEI PENSA CHE POTRO' AVERE UN RISARCIMENTO O UN INDENNIZZO PER LA FISIOTERAPIA CHE DOVRO' FARE A VITA?
E' ASSURDO TUTTO QUESTO. PURTROPPO DEVO FARE GINNASTICA MEDICA E SEDUTE DA OSTEOPATA CHE PARE NON SIANO IN CONVENZIONE. MI SCUSI MA HO TANTA RABBIA PERCHE' MI SONO RITROVATA CON UN DANNO NON LIEVE , SONO STATA MALE PER MESI E ANCORA OGGI, E NESSUNO MI VIENE INCONTRO. PARLO DELL'AZIENDA. PURTROPPO IL LAVORO AL COMPUTER E' INVALIDANTE PER LA MIA PATOLOGIA PERCHE' I NERVI CONTINUANO AD INFIAMMARSI . DEVO FARLO PRESENTE ALLA COMMISSIONE DELL'INAIL IN SEDE DI CONVOCAZIONE?
GRAZIE MILLE