Utente 162XXX
Saluti...ho46 anni e a causa di incidente in bici ho riportato le seguenti fratture:"frattura incompleta della lamina dx C2,frattura composta del muro anteriore con avvallamento (dopo 8 mesi riduzione del60%)della D 12,e 2^scro-coggigea".Come descritto ,la D12 è al 40%(solo il muro ant.,il post.è integro), mentre la lamina e il sacro-cocciggeo non sono più visibili i punti di frattura.
Volevo chiedere a chi di competenza (ortopedici e/o neurochirurghi)e per ultimo ad un medico legale le seguenti domande:
- posso avere la mia libertà e sicurezza di fare ciò che mi piaceva fare prima (moutain-bike , corsa , calcetto e pesca subacquea)ho devo attenzionare a qualcosa?
- potrei avere delle conseguenze a causa di queste fratture riportate facendo degli sports o quant'altro si fisico ?
- mi sento bene e pian piano sto riprendendo ciò che è la mia vita , anche sè ho qualche piccolo fastidio come :inizio di vertiggini se inarco la testa all'indietro , al sacro-cocciggeo quando mi siedo sul bordo vasca e dei dolori (credo )ai lombari se sforzo di piegarmi in avanti a gambe dritte!
- si può quantificare (approssimativamente)quanti punti d'invalidità per queste menomazioni permanenti ?.
grazie.

[#1] dopo  
Dr. Andrea Mancini

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
0% attualità
16% socialità
ANCONA (AN)
CORINALDO (AN)
ALTIDONA (FM)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Gent. Utente,
per quanto attiene alla quantificazione del danno biologico permanente occorre certamente una visita diretta in quanto la variabilità della limitazione funzionale della sua colonna vertebrale influisce molto sulla percentuale da adottare. Ha eseguito una elettromiografia?
Per quanto attiene alle altre sue richieste attendo una sua risposta per poi inviarla ad altri colleghi.
Buona giornata
Andrea dott. Mancini
Specialista in Medicina Legale e delle Assicurazioni