Utente 204XXX
Salve, volevo porvi il mio problema. nel mese di novembre del 2010 ho avuto un incidente stradale..causandomi : ( frattura delle ossa nasali con escoriazione delle piramide nasale, trauma contusivo scapolare dx e trauma al rachide cervicale.) con prognosi di 15 gg. Il dottore mi ha detto che mi devo preparare per l intervento turbinosettoplastica,Per il momento mi hanno messo una stecchetta sulla piramide per 8 giorni,ma il naso è rimasto comunque deviato.. Oggi mi ritrovo con un naso con una bozza sopra, setto nasale deviato e ipertrofia dei turbinanti...mi sento l orecchio chiuso, ho quasi sempre la sinuside, e respiro molto male. Poi il dolore della cervicale è atroce ..mi sono fatti i raggi ma non è uscito niente..Ora ho fatto la risonanza magnetica..in attesa di risposta...Io chiedo possibile che io devo anticipare tutte le spese mediche. tac, risonanza magnetica, raggi, visite..io sono studente e non posso permettermelo.. anche se so che mi verranno rimborsate...Siccome sto in corso di risarcimento il mio avvocato ha detto che andrò a fare una perizia medico-legale per sapere il quantum da chiedere.per avere un giusto risarcimento...ma io non posso permettermelo, anche se dopo mi verrà risarcito dall assicurazione..La mia domanda era questa gentilissimi dottori, che punteggio posso chiedere? ma giusto orientativamente..in attesa di una vostra risposta vi porgo i miei piu cordiali saluti..

[#1] dopo  
Dr. Nicola Mascotti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
Spett.le Utente,

la valutazione medico-legale delle lesioni da Lei riportate, essendo state cagionate da sinistro stradale ha come riferimento tabellare valutativo il D.M. Ministero della Salute, 3 luglio 2003.

Nell'allegato a tale D.M. è riportata una serie di voci tabellari, che elenca le menomazioni più frequenti, fra le quali possono essere d'interesse, per le menomazioni che Lei descrive:


a)Per la frattura delle ossa nasali:
-Postumi di frattura delle ossa nasali e/o del setto fino alla stenosi nasale assoluta monolaterale con lieve alterazione del profilo nasale 2-6%

b)Per il trauma cervicale:
- Esiti di trauma minore del collo con persistente rachialgia e limitazione antalgica dei movimenti del capo =2%
- Esiti di trauma minore del collo con persistente rachialgia, limitazione antalgica dei movimenti del capo e con disturbi trofico-sensitivi radicolari
strumentalmente accertati 2-4%

c) se sussiste danno estetico (cicatrice al volto):
c1)Se il pregiudizio estetico complessivo è lieve =5% [L'anormalita' e' limitata ad esiti rilevabili ad un'osservazione generica, ma che non mutano in assoluto l'espressivita' del soggetto. Si tratta cioe' di esiti di minime alterazioni delle strutture di supporto del volto e/o alterazioni cutanee limitate. Rientrano in quest'ambito: piccole cicatrici visibili e/o pigmentazione anomala al volto, modeste dismorfie in esito a fratture del massiccio facciale, perdita parziale di un padiglione auricolare, strabismo lieve (a parte il pregiudizio disfunzionale), lievi esiti di lesione del nervo facciale, cicatrici lineari al collo bene evidenti, cicatrici lineari anche di grandi dimensioni al tronco o agli arti].

c2) Se il pregiudizio estetico complessivo è da lieve a moderato 6-9%
[Il pregiudizio estetico complessivo e' piu' rilevante e si accompagna ad una coscienza della menomazione resa obiettiva dal giudizio negativo di chi osserva il soggetto. Si tratta cioe' di esiti di perdite circoscritte di strutture di supporto al volto e/o alterazioni cutanee poco importanti. Rientrano in quest'ambito: cicatrici lineari piane di piccole dimensioni al volto, depressioni circoscritte della fronte o della guancia, modeste asimmetrie facciali, marcata deformazione della piramide nasale, perdita di un padiglione auricolare, strabismo evidente (a parte il pregiudizio disfunzionale), evidenti esiti cicatriziali al collo, estese aree cicatriziali al tronco o agli arti.]

************************

Tenga presente anche che ai sensi del citato D.M. Ministero della Salute, 3 luglio 2003:
"In caso di danno permanente da lesioni plurime monocrone, interessanti cioe' piu' organi ed apparati, non si dovra' procedere alla valutazione con il criterio della semplice sommatoria delle percentuali previste per il singolo organo od apparato, bensi' alla valutazione complessiva che avra' come riferimento le valutazioni tabellari dei singoli danni e la globale incidenza sulla integrita' psico-fisica del soggetto. Nella valutazione medico-legale si terra' conto, di volta in volta, della maggiore o minore incidenza di danni fra loro concorrenti o coesistenti."

Spero di averLe fornito indicazioni su quella che potrebbe essere una stima della valutazione medico-legale del danno da Lei riportato.


Distinti Saluti.


Nicola Mascotti,M.D.

[Si prega di non richiedere valutazioni o stime del grado di invalidità]

[#2] dopo  
Utente 204XXX

grazie della risposta gentilissimo dott. Nicola Mascotti. Le farò sapere l esito della visita medico-legale.

[#3] dopo  
Utente 204XXX

Salve, Dr Nicola Mascotti.

Ho fatto una perizia medico-legale di parte, è il medico mi ha riconosciuto un danno complessivo del 6%, anche se secondo me è basso.

Distinti Saluti