Utente 213XXX
Buongiorno
..il mese di maggio mi è scaduta la patente "B", e per il rinnovo il mio medico di fiducia mi ha preparato il "certificato medico relativo ai precedenti morbosi", dove alla voce INFERMITA' DI NATURA PSICHICA ha specificato "PREGRESSA S. ANSIOSA. Il per cui ha specificato ciò mi è sembrato alquanto esagerato, ma Lui mi ha risposto che è stato costretto a sciverlo perchè anni fa sono stata in cura con il CITALOPRAM (parliamo di almeno 4/5 anni fa) perchè ho sofferto di ansia con attacchi di panico dopo la separazione con mio marito. Ho usato questo farmaco per 6 mesi in un anno con dosi di 10 gocce a sera. Poi per fortuna superato quel periodo e non ne ho avuto più bisogno. E, ora Le chiedo se effettivamente era necessario specificare lo stato di sindrome ansiosa e se ciò può influire sulla visita per il rinnovo della patente e se si in quale modo? (del tipo mi faranno fare altre visite specialistiche o dovrò rinnovare prima la patente)...
La ringrazio

[#1] dopo  
Dr. Nicola Mascotti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
Gentile Signora,

lo scopo del certificato medico relativo ai "precedenti morbosi" è proprio quello di far conoscere al sanitario certificante quali infermità e patologie si siano verificate nel candidato al rinnovo di patente.
Quindi il Suo Medico di Medicina Generale aveva l'obbligo di riportare la diagnosi "pregressa sindrome ansiosa", in quanto l'omissione di tale dato avrebbe configurato un illecito penale.
Tenga presente che attualmente le prescrizioni dei farmaci vengono registrate, ed un controllo incrociato sui dati potrebbe facilmente evidenziare l'uso di farmaci psicotropi da parte di un patentato.
In funzione della visita di accertamento per l'idoneità alla guida, Le suggerisco di effettuare preliminarmente una visita specialistica, presso struttura pubblica, facendosi rilasciare una certificazione sul suo attuale stato psichico, da esibire eventualmente al medico che accerta l'idoneità alla guida.

Distinti Saluti.
Nicola Mascotti,M.D.

[Si prega di non richiedere valutazioni o stime del grado di invalidità]

[#2] dopo  
Utente 213XXX

La ringrazio per il consulto, seguirò il suo consiglio...anche se il tutto mi sembra un pò esagerato da parte del "Sistema", dal momento che, sfiderei chiunque a trovare una persona che nella sua vita non abbia mai sofferto di uno stato d'ansia transitorio...
Cordiali saluti