Utente 346XXX
Gentilissimi dottori,

Sono un militare e lavoro al nord a 1000 km da casa da due anni. Mia madre soffre di depressione grave e stati d'ansia e da poco le hanno riconosciuto una invaliditá superiore all'80%. Mio padre era anche un militare ed é stato riformato in quanto non più idoneo a svolgere qualsiasi attivitá lavorativa diversi anni fa per problemi fisici. Vorrei chiedere se questi requisiti possono essere sufficienti per richiedere un trasferimento ex legge 104. Grazie anticipatamente per la risposta.
Cordialitá

[#1] dopo  
Dr. Nicola Mascotti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
Spett.le Utente,

la legge 104/92 prevede due fattispecie:

- Scelta prioritaria di sede (ove disponibile) e rifiuto al trasferimento dalla sede di lavoro:
http://www.handylex.org/schede/sedelavoro.shtml

- Permessi lavorativi (art.33, comma 3)
http://www.handylex.org/stato/l050292.shtml#a3

Per poter fruire delle predette agevolazioni, è necessario che un familiare sia stato formalmente riconosciuto "persona handicappata con connotazione di gravità" secondo l'art.3, comma 3.
http://www.handylex.org/schede/defh.shtml

Distinti Saluti.
Nicola Mascotti,M.D.

[Si prega di non richiedere valutazioni o stime del grado di invalidità]