Utente 204XXX
Gentili Dottori, vorrei, se possibile, sapere
il significato di questa visita collegiale che feci
qualche anno fa richiesta dalla mia direzione sanitaria
e a cui nessuno sa dare un significato (e di conseguenza
non sa darmi limitazioni nel lavoro se esistono..)

"idonea alla mansione con esclusione delle attività che comportano
movimentazione manuale dei carichi anche di lieve entità, stazioni erette
del rachide e sollecitazioni eccessive del rachide in tutti i segmenti"

Me la fecero fare per problemi di schiena, per presenze di 2 ernie discali
e protrusioni e per come è "malmessa" la mia colonna.

Praticamente nelle mansioni che svolgo non è cambiato niente, ho
chiesto al medico di medicina preventiva il significato
lettera per lettera o cmq nell'arco delle 6 ore lavorative
come mi dovrei comportare
e mi ha risposto che dovrei sentire un ortopedico, è vero?

Mi è venuta questa curiosità perchè mi sono chiesta a cosa servono
le visite collegiali,
grazie mille per la vs. disponibilità
e utilità per noi.

[#1] dopo  
Dr. Nicola Mascotti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
Gentile Signora,

già ebbi occasione di risponderLe circa aspetti marginali dell'argomento.

I collegi medici presso le ASL sono organismi esclusivamente consultivi; i pareri medico-legali conseguenti, per assumere efficacia ed operatività, debbono essere recepiti formalmente dal Servizio richiedente, o dall'interessato, che hanno titolo a farlo, e possono attivare la procedura necessaria a produrre gli effetti voluti derivanti del giudizio medico-legale.

Per il Suo caso specifico, e soprattutto per far sì che vengano rispettate le prescrizioni che già il collegio medico ha formulato, rinnovo il suggerimento di rivolgersi al Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza (che deve essere individuato presso ogni Azienda sanitaria) ed, in subordine, all'Organo di Vigilanza (Servizio Prevenzione e Salute negli Ambienti di Lavoro) che dovrebbe essere operante presso la ASL
In ultima analisi, potrà attivare un Patronato di Sua fiducia, od un Legale, per far valere i Suoi diritti.

Ancora Distinti Saluti.








Nicola Mascotti,M.D.

[Si prega di non richiedere valutazioni o stime del grado di invalidità]

[#2] dopo  
Utente 204XXX

Grazie mille. Infatti mi sono attivata per saperne il significato e sembra che io non possa stare a contatto col paziente, nel senso che non posso aiutarlo, ad esempio a metterlo nel lettino, se lo stesso si presenta in carrozzella o stampelle, tanto per citare una delle limitazioni. Cosa che non è stata rispettata fino ad ora.
Ho richiesto la visita presso il medico di medicina preventiva e poi farò ricorso presso il pisll, questo è quanto mi è stato consigliato, e poi andrò dall'avvocato, perchè non si può tutelare il paziente se prima non si tutela il dipendente. Ho tanti colleghi che sono stati messi in segreterie o accettazioni senza avere problemi di salute...
Mi scusi, ma mi hanno proprio sfinito, perchè sto veramente male.
Grazie per la sua competenza e gentilezza, buona giornata.