Utente 171XXX
Salve egregio dottore avrei da porle un quesito per me molto importante:

sono da anni in cura per problemi psichiatrici molto gravi ultimamente devo fare la visita per l'invalidita' e il cim che mi tiene in cura ha inserito tale diagnosi sul certificato:


" psicosi ossessiva con associato stato depressivo endogeno grave che pregiudica in modo significativo la vita relazionale e sociale con necessita' di assistenza continua".

Volevo chiedere se basta questo per far si nel rientrare nell'indennita' di accompagno o deve esserci la dicitura esatta dentro la diagnosi " necessita di assistenza continua non essendo in grado di compiere gli atti quotidiani della vita"

Grazie per il tempo che mi dedicherete ma per me e' una cosa molto importante

Saluti

[#1] dopo  
Dr. Nicola Mascotti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
Spett.le Utente,

la certificazione medica specialistica che Le è stata rilasciata riporta la diagnosi clinica, e come tale non ha significato inserire ulteriori diciture tipo "necessita di assistenza continua non essendo in grado di compiere gli atti quotidiani della vita", che sarebbero anzi inappropriate per tale certificazione, considerato che la valutazione sulla presenza o meno di tale condizione spetta alla Commissione che esprimerà il giudizio di merito.

Distinti Saluti.

Nicola Mascotti,M.D.

[Si prega di non richiedere valutazioni o stime del grado di invalidità]

[#2] dopo  
Utente 171XXX

Grazie per la risposta immediata

Secondo lei con questa diagnosi e' possibile arrivare a prendere l'indennita' di accompagnamento?

Grazie dottore

[#3] dopo  
Dr. Nicola Mascotti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
Spett.le Utente,

mi spiace non poterLe rispondere a quest'ultimo quesito con un valido parere: sia che le rispondessi sì, sia che le rispondessi no, la mia risposta sarebbe priva di attendibilità. A tal punto, preferisco risponderLe sinceramente: "non so".

Ancora Distinti Saluti.

Nicola Mascotti,M.D.

[Si prega di non richiedere valutazioni o stime del grado di invalidità]

[#4] dopo  
Utente 171XXX

Grazie dottore e' stato molto gentile.

Saluti