Utente 244XXX
gentili dottori, sono casalinga di 46 anni, nel 2009 mi è stata riconosciuta una invalidità civile del 40% per SPONDILODISCOARTROSI DEL RACHIDE CERVICALE E IPOVISUS IN 00. Nel corso di questi ultimi anni mi sono state diagnosticate le seguenti patologie: ANEURISMA DEL SIA - INSUFFICIENZA MITRALICA ED AORTICA LIEVE - INSUFFICIENZA TRICUSPIDALICA MEDIA - IPERTENSIONE - MICROPOLIPI SESSILI POLICI IN PAZIENTE CON DIVERTICOLOSI COLICA, PORTATRICE DI MICROPOLICO DEL FONDO GASTRICO E GASTRITE CON INCREMENTO DEL CEA E CA 19-9 - NODULI EUTIROIDEI - CEFALEA TENSIVA QUOTIDIANA IN PORTATRICE DI DISTURBO D'ANSIA CON ALLEGATO OSTEOMA FRONTALE. Alla luce di quanto sopra ed in considerazione del fatto che a causa dei sopracitati problemi non conduco una vita del tutto autonoma posso chiedere un aggravamento di invalidità ed usufruire di Legge 104 affinchè mio marito possa avere dei permessi lavorativi almeno per accompagnarmi nelle molteplici visite e riabilitazioni che mi necessitano nel quotidiano?

[#1] dopo  
Dr. Mario Corcelli

52% attività
8% attualità
20% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Gentile Signora,

lei ha tante patologie che soltanto con una visita si può accertare se nel suo insieme configurano una invalidità tale da superare il 74%, che è la soglia minima per godere dell'assegno mensile d'invalidità, sempre che il suo reddito non superi l'importo di circa 4500 € all'anno.

Quanto ai benefici della Legge 104/92, viene richiesta una connotazione di gravità ai sensi del comma 3 dell'art. 3, ovvero un grado di invalidità alquanto severo e con necessità di assistenza personale o di ricorso frequente a cure mediche, ma dubito che lei ne abbia i requisiti.

http://www.medico-legale.it/showPage.php?template=articoli&id=12
http://www.medico-legale.it/showPage.php?template=articoli&id=5

Cordiali saluti.
Mario Corcelli, MD
Milano - specialista Medicina Legale e Igiene-Tecnica Ospedaliera
http://www.medico-legale.it