Utente 588XXX
Vorrei sapere se è possibile chiedere (ed ottenere) una qualche forma di invalidità civile in base a leggi vigenti (per es. la 104) per chi è affetto da epatite B cronica attiva. Lo scopo sarebbe solo quello di poter usufruire di permessi dal lavoro per esami e terapie. Nel caso positivo cosa dovrei fare per iniziare l'iter burocratico per il riconoscimento? Grazie

[#1] dopo  
Dr. Gabriele Tonelli

24% attività
0% attualità
12% socialità
BOLOGNA (BO)
UDINE (UD)
RIMINI (RN)
PORRETTA TERME (BO)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2007
La patologia è riconosciuta a livello tabellare. Può rivolgersi alla sede presente nella Sua città della Associazione Nazionale Invalidi Civili, che la potranno aiutare a preparare i documenti necessari all'espletamento della pratica (Certificazione del medico curante, prenotazione della visita presso l'Az. USL di riferimento.

Cordiali saluti

Gabriele Tonelli
Dott. Gabriele Tonelli
Psicoterapeuta,Master in Psicopatologia e Scienze Forensi,Segr.Redazione PsychiatryOnline It,Medico di Categoria. C.T.U.

[#2] dopo  
Dr. Maurizio Golia

28% attività
4% attualità
12% socialità
BRESCIA (BS)
SERIATE (BG)
CREMONA (CR)
PESCHIERA DEL GARDA (VR)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2007
Se ha effettuato una biopsia epatica e la diagnosi è di epatite cronica attiva o di altro tipo, potrebbe presentare la domanda d'invalidità civile per un eventuale riconoscimento di una percentuale (bassa).
Se invece ha effettuato solo le analisi del sangue ed è HbsAg+ è inutile che presenti la domanda poichè tale situazione non dà diritto ad alcuna invalidità.
Per i permessi sul lavoro (L. 104) in ogni caso la patologia da cui è affetto non prevede alcun riconoscimento (non handicap).
Dr. Maurizio Golia Specialista Medicina Legale e Medicina Preventiva Lavoratori tel. 339/7303091
Brescia - Cremona - Bergamo - Verona