Utente 231XXX
Buon giorno ,ieri notte alle 4 circa mentre portavo mia moglie dalla guardia medica sono stato fermato dalla polizia per un normale controllo ma per mia sorpresa all'etilometro risultava un tasso del'1,44 in prima e seconda prova premetto che ho bevuto una birra a cena quindi 8 ore prima e nient'altro perche avendo vari problemi compresa la nafld non posso assumere alcolici .volevo chiedevi se è possibile che delle gocce di fiori di bach (rescue remedy)alterino così l'esame ?è possibile che in cique minuti il tasso resti identico?io ho comprato l'etilometro elettronico in farmacia e provando con le gocce subito sale a 1,70 e dopo 5 minuti 0,30.io ho il dubbio che l'etilometro non fosse tarato correttamente
Vi ringrazio anticipatamente

[#1] dopo  
Dr. Nicola Mascotti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
Spett.le Utente,

I "Fiori di Bach", come altri prodotti omeopatici, contengono modiche quantità di alcol.
Una possibile spiegazione per l'anormalità dell'esame è quella che l'etanolo sia stato assunto in qualche cibo o bevanda che ne contiene.
Tenga presente che modiche quantità di alcol etilico sono contenute in:
-cioccolatini (Mon Cheri, Rhumetti ecc...)
-gelati (Grand Soleil)
-tortine (Fiesta Ferrero)
-Listerine (ed altri collutori orali)
-Aminomal (antismatico)
L'alcol etilico può anche essere contenuto in dolci, condimenti, salse ed altri prodotti alimentari.

L’etilometro utilizzato dalla polizia stradale è omologato dal ministero dei Trasporti secondo le prescrizioni fissate nell’art. 379 del regolamento di esecuzione del codice della strada e nel richiamato disciplinare tecnico approvato con decreto del ministro dei Trasporti, di concerto con il ministro della Salute del 22 maggio 1990.
E' fornito di un sistema di autodiagnosi, che si avvia ad ogni accensione elettrica dell’apparecchio e al termine di ogni singola misura, in grado di segnalare che nell’ambiente in cui opera lo strumento vi sono residui di alcol nell’aria o altre sostanze che interferiscono sul sistema di misurazione, che il soggetto ha appena ingerito alcol (presente nel cavo orale ed introdotto per primo al momento di iniziare l’espulsione dell’aria nel boccaglio), che la tensione elettrica o la temperatura esterna non sono compatibili per un corretto funzionamento dell’apparecchio.
Ogni etilometro è accompagnato dal libretto metrologico che contiene i dati identificativi dell’apparecchio (costruttore, matricola, conformità, omologazione, eccetera), la registrazione delle operazioni di controllo subite dall’apparecchio presso il Centro prove del ministero dei Trasporti.
E' pertanto difficile ipotizzare, se non con elementi oggettivi, un malfunzionamento dell'apparecchio in questione.

Distinti Saluti.





Distinti Saluti.

Nicola Mascotti,M.D.

[Si prega di non richiedere valutazioni o stime del grado di invalidità]

[#2] dopo  
Utente 231XXX

Gentile Dottor Mascotti la ringrazio per la risposta e volevo aggiungere che Il giorno dopo 24/08/2012 sono andato in FARMACIA ed ho acquistato un ETILTEST ELETTRONICO GUIDOSICURO DELLA DITTA GALVANINI COSULTING ,CONFORME ALLE NORME EMC DIRECTIVE 2004/108/EC.SECODO GLI STANDARD :EN 61000-6-3:2007 REGISTRAZIONE N° SZSTS081101R DEL 5/11/2008 ,HO ASSUNTO 20 GOCCE DI RESCUE REMEDY E HO EFFETTUATO LA MISURAZIONE :RISULTATO DOPO 1 MINUTO 1,80 DOPO 3 MINUTI 1,50 ,DOPO 6 MINUTI 0,20 DOPO 8 MINUTI 0,00. quindi a parer mio ho perchè non ho soffiato abbastanza o l'etilometro era tarato male .

[#3] dopo  
Dr. Nicola Mascotti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
Spett.le Utente,

la misurazione da Lei effettuata empiricamente prende solo in considerazione l'assunzione di alcol con il prodotto "Rescue remedy" e tra l' altro non è corretta, in quanto la prova con l'etilometro presuppone un intervallo fra l'assunzione di alcolico e test di almeno 15 minuti.
Mi spiace confermare che sarà molto difficile dimostrare, su tale base e se non dispone di ulteriori elementi, un malfunzionamento dell'etilometro in dotazione alle Forze di Polizia durante il duplice test che Le è stato effettuato.

Ancora Distinti Saluti.
Nicola Mascotti,M.D.

[Si prega di non richiedere valutazioni o stime del grado di invalidità]