Utente 159XXX
Buongiorno,
mio figlio nato il 04.04.2012 presentava valvola aortica bicuspide e stenosi valvolare. Ricoverato in terapia intensiva per sospetta coartazione aortica è stato sottoposto ad infusione di prostaglandine. Dopo dimissioni viene ricoverato il 15.05.2012 ecco la diagnosi:
"Nonvisibile shunt atriale, atrio sinistro disteso. Non insufficienza mitralica, insufficienza tricuspidale pvdx 60mmHg + adx, doppler ai limiti di norma. Ventricolo sonistro con normale morfologia, lievemente ipertrofico e con aspetto iperecogento, funzionalità ai limiti bassi.Valvola aortica bicuspide, ispessita con
Dp Max 60-70mmHG, medio 35-40mmg. Non insufficienza aortica. Doppler in aorta discendente normale"

Studio emodinamico del 17.05 previa incanulazione dell'arteria femorale sx "riscontrata stenosi valvolare aortica con gradiente di picco 66mmHG e gradiente transistmico di 5mmHG, Sono state eseguiyte valvuloplastiche con cateteri. Al termine della procedura
il gradiente si è ridotto a 20mmHG. Gradiente trans istmico aumentava a 15mmHG. Non insufficienza
aortica"
Alle dimissioni viene quindi prescritto l'uso di Lasix.

Al controllo del 12.07.2012
Risposta ecocardiografica:
"
CANALE ATRIOVENTRICOLARE: lieve insufficienza tricuspidalica che permette di stimare la pressione
in ventricolo destro pari a 18mmhg + pAD. Non insufficienza mitralica.
GRANDI VASI: Valvola aortica bicuspide, accelerazione del flusso transaortico con gradiente di picco pari a 13mmHG medio di 7mmhg. Arco aortico sinistro di aspetto gotico con gradiente transistmico di picco pari a 10mmHG. Doppler in aorta discendente con buona escursione sisto diastolica e minima persistenza
in diastole.
IMPRESSIONE aorta bicuspide e stenosi severa. S/p valvuloplastica aortica con minimo gradiente
residuo. Arco aortico gotico. Sospensione Lasix.

Al controllo del 06.09.2012 viene confermato quanto detto nel controllo del 12.07. Gradiente 14mmHG.

A fine settembre sottopongo mio figlio a visita medica INPS per riconoscimento invalidità con esito
positivo che però mi lascia perplesso sulla diagnosi fatta dalla commissione medico legale.
Infatti la diagnosi del CML propone:
valvuloplastica aortica in valvola aortica bicuspide e stenosi valvolare aortica.
Codice DM 05/02/1992: 6442
Codice ICD9: 4241
Minore invalido con difficoltà persistenti a svolgere le funzioni proprie dell'età -
indennità di frequenza
Disabilità rilevate:
10 Cardiocircolatorie
11 Malformazioni congenite
Visista di revisione a settembre 2013


Il mio dubbio deriva dal codice attribuito 6442 che nelle tabelle di invalidità civile
corrisponde a MIOCARDIOPATIE O VALVULOPATIE CON INSUFFICIENZA CARDIACA MODERATA (II CL. NYHA)
che attribuisce un punteggio di invalidità da 41 a 50.
Non era più corretto il codice 6415 STENOSI O COARTAZIONE AORTICA CONGENITA MODERATA (II CL. NYHA) che attribuisce una percentuale di invalidità fissa del 50%? O addirittura il 6416?

Secondo voi è ipotizzabile e conveniente un ricorso?

[#1] dopo  
Dr. Nicola Mascotti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
Spett.le Utente,

come avrà notato dall'esame del verbale, nel giudizio della Commissione non è riportata una percentuale di invalidità, in quanto essendo l'interessato minorenne, non può essergli riconosciuta una riduzione della capacità lavorativa generica, poichè tale riconoscimento avverrà eventualmente al compimento della maggiore età.
Per i minori, viene effettuata una valutazione non in misura percentuale, ma del tipo "tutto o niente", nei riguardi delle "difficoltà persistenti a svolgere le funzioni proprie dell'età" ed al fine della concessione dell'indennità di frequenza.
Considerando che il riconoscimento della condizione è avvenuto, e che a tal punto può ottenere l'indennità prevista, nell'eventualità di un ricorso non avrebbe al momento ulteriori benefici, pure essendo teoricamente possibile ricorrere giudizialmente, e con buone possibilità di successo.

Distnit Saluti.
Nicola Mascotti,M.D.

[Si prega di non richiedere valutazioni o stime del grado di invalidità]