Utente 283XXX
ho ottenuto invalidità civile al 67 % con diagnosi di disturbo ossessivo convulsivo. C'è stato un errore di trascrizione,cioà la diagnosi era disturbo ossessivo compulsivo oppure esiste realmente la diagnosi sovracitata?

[#1] dopo  
Dr. Nicola Mascotti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
Spett.le Utente,

senz'altro si è trattato di un errore materiale, considerato che non mi risulta esistere nè nel DSM IV, nè nell'ICD10 un "disturbo ossessivo convulsivo", mentre invece esiste sicuramente il "disturbo ossessivo compulsivo" (Codice 300.3, in entrambe le classificazioni).

Distinti Saluti.
Nicola Mascotti,M.D.

[Si prega di non richiedere valutazioni o stime del grado di invalidità]

[#2] dopo  
Utente 283XXX

ma per questo disturbo ossessivo compulsivo possono fare comunicazione alla motorizzazione civile ? in quanto tempo mi dovrebbe arrivare la lettera della comunicazione della motorizzazione? insieme alla certificazione dell'invalidità?

[#3] dopo  
Dr. Nicola Mascotti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
Spett.le Utente,

come già risposto ad altri identici consulti, è attualmente possibile che, in caso di riconoscimento di invalidità civile con infermità che possono compromettere la sicurezza nella guida dei veicoli, venga inoltrata segnalazione al Prefetto (non sono stabiliti tempi entro cui tale comunicazione possa essere effettuata), che potrebbe disporre la revisione della patente, al fine di accertare la sussistenza dei requisiti psicofisici per l'idoneità alla guida.
Se i requisiti non sussistono, la patente di guida viene revocata, e ciò sia per tutelare sia l'incolumità del guidatore, sia per garantire la sicurezza della circolazione stradale.
Sono altresì possibili verifiche mediante incrocio dei dati risultanti dagli accertamenti di invalidità civile con l'archivio delle patenti di guida, allo scopo di contrastare il fenomeno dei cosiddetti "falsi invalidi" che recentemente è stato enfatizzato dalle cronache.

Distinti Saluti.

Nicola Mascotti,M.D.

[Si prega di non richiedere valutazioni o stime del grado di invalidità]