Utente 291XXX
salve, a metà gennaio sono stata tamponata, ragione al 100%, mia figlia di 6 anni seduta dietro con il seggiolino e cinture ha subito il colpo di frusta, portata al p.s. le hanno dato 7 gg di riposo e 5 di collarino, x i 2 gg successivi ha avuto la febbre e quindi ha saltato scuola, il lunedì l’ho rimandata a scuola e ha perso una lezione di basket, nella settimana successiva spaventata non c'pe stato verso di farla dormire nella sua camera, e ogni giorno chiedeva come mai le era successo proprio a lei e disegnava continuamente la macchina e l'incidente. Cmq l’assicurazione nn è stata chiara ma mi ha subito detto di andare dal medico x chiudere la malattia, ho dovuto pagare 50 euro (ho dovuto perdere 3 mezze giornate x andarci) e ora mi propongono 320 euro, i 50 dicono che nn sono rimborsabili (e allora xchè mi hanno fatto andare?) cmq hanno fatto il calcolo su 7 gg prognosi e 7 di riposo funzionale al 75% (così mi ha detto) le sembra congruo? Io sono arrabbiata perchè se non fossi andata dal pediatra alla fine il risarcimento era sempre quello e mi sarei risparmiata tempo e denaro. Sennò mi propongono la visita dal loro medico legale. A me ha dato fastidio l'atteggiamento poco chiaro dell'assicurazione, mi consiglia la visita legale o lascio perdere, visto che di tempo ne ho già perso abbastanza? Grazie infinite

[#1] dopo  
Dr. Mario Corcelli

52% attività
8% attualità
20% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Gentile Signora,

Come può leggere da questa news
http://www.medico-legale.it/showPage.php?template=blog_news&id=10

con la legge 27 del 24 marzo 2012 i risarcimenti relativi alle lesioni di lieve entità, tra cui principalmente si colloca il cosiddetto "colpo di frusta cervicale", richiedono requisiti medico-legali assai più rigorosi rispetto al passato.
D'altra parte, se il trauma non ha provocato alterazioni del collo (a parte una eventuale rettifica della lordosi cervicale, che sarebbe comunque destinata a risolversi col tempo, data la tenera età), l'assicurazione è tenuta a risarcire solo l'inabilità temporanea biologica; in alcuni casi addirittura il risarcimento può essere zero.
Anche i disturbi lamentati dalla bambina, del tutto comprensibili dopo un trauma del genere, sono destinati a regredire del tutto.

Certo, può accettare di farsi visitare dal medico legale dell'assicurazione, ma temo che la situazione non sia destinata a modificarsi.

Cordiali saluti
Mario Corcelli, MD
Milano - specialista Medicina Legale e Igiene-Tecnica Ospedaliera
http://www.medico-legale.it

[#2] dopo  
Utente 291XXX

La ringrazio, penso che accetterò anche perchè mi dovrei recare in città (tempo e benzina) e sopratutto far perdere scuola alla bimba. Grazie della risposta.