Utente 172XXX
salve,
sono un ragazzo di 29 anni da piu di 10 anni soffro di cefalea cronica tensiva da circa due anni soffro di emicranea con aurea con una frequenza degli attacchi 3-4 volte al mese.
volevo chiedervi ai fini dell'invalidità civile la patologia sopra descritta è riconosciuta?
so che la regione lombardia la riconosce.
visto che io sono siciliano e la domanda di invalidità civile la devo presentare all'inps per la provincia di caltanissetta volevo capire se tale patologia è riconosciuta in sicilia.
se la risposta fosse positiva potreste indicarmi il riferimento normativo.
se la risposta fosse negativa secondo voi potrei utilizzare la normativa della regione lombardia.
aspetto una vostra risposta
grazie mille.

[#1] dopo  
Dr. Nicola Mascotti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
Spett.le Utente,

la normativa che riguarda l'invalidità civile è unica per tutto il territorio nazionale, comprese le regioni autonome (L. 118/71 e D.L. 509/88, D.M. 5-2-92).
Per quanto riguarda l'infermità "cefalea", questa non è riportata specificamente nella Tabella allegata al citato D.M. 5-2-92, e pertanto la valutazione viene effettuata dalla competenti Commissioni in ragione della natura e gravità del caso specifico, secondo quanto risultatnte dalle certificazioni specialistiche, con criterio analogico rispetto alle infermità tabellate.

Distinti Saluti.
Nicola Mascotti,M.D.

[Si prega di non richiedere valutazioni o stime del grado di invalidità]

[#2] dopo  
Utente 172XXX

grazie dottore per avermi risposto il mio problema è che io ho gia passato la visita per l'invalidità civile avendo anche altre patologie, e mi hanno dato 35 per cento,il problema è che nel verbale non viene menzionata ne la mia emicrenia con aurea ne la cefalea cronica ne la sindrome da occhio secco di cui io soffro, quest'ultima nella tabella allegata al D.M. 5-2.92 viene menzionata esplicitamente.
io ho intenzione di fare ricorso.
secondo lei è giusto che i medici della commissione non considerino nemmeno un po l'emicrania,la cefalea e l'occhio secco?
lo specialista di medicina legale dell' asl che mi ha seguito prima della presentazione della domanda mi ha detto che se l'emicrania era invalidante la dovevano considerare.
la mia le posso assicurare è invalidante perchè quando mi prende l'attacco devo per forza mettermi a letto per l'intera giornata con vomito .
aspetto un suo parere
grazie ancora.

[#3] dopo  
Dr. Nicola Mascotti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
Spett.leUtente,

non v'e' dubbio che un'emicrania sia invalidante, se si manifesta con caratteri clinici che comportano limitazione della capacita' lavorativa, e se tali aspetti risultano documentati e non solo riferiti.
Il Suo problema e' quello che in sede di accertamento la Commissione non ha tenuto conto di tale infermita', oppure non la ha giudicata tale da essere valutabile almeno pari al 10%.
Certamente puo' presentare ricorso giudiziale, ma prima Le suggerisco di verificare con il Suo medico legale di parte che sussistano buone possibilita' di accoglimento, e cioe' che il consulente tecnico d'ufficio che il giudice dovra' nominare possa avere tutti gli elementi clinici per attribuire all'infermita' la corretta ed equa valutazione.

Distinti Saluti.
Nicola Mascotti,M.D.

[Si prega di non richiedere valutazioni o stime del grado di invalidità]

[#4] dopo  
Utente 172XXX

grazie ancora dottore per la risposta,
quello che le posso dire che prima di presentare la domanda mi sono fatto seguire dal medico legale dell'asl che mi aveva lui indicato il cammino da fare ho fatto diverse visite neurologiche e ho 3 certificati del neurologo che parlano di cefalea cronica ed emicrania con aurea, ho fatto anche un rm all'encefalo dove non è risultato niente.
durante i vari consulti con il medico legale dell'asl questo mi diceva che la mia emicrania era valutabile e che avrei raggiunto il 46 per cento.
secondo lei che esami dovrei seguire.
grazie ancora e buona pasqua.

[#5] dopo  
Dr. Nicola Mascotti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
Spett.le Utente,

è necessario che le consulenze ed i pareri medico-legali, soprattutto in previsione della presentazione di un ricorso giudiziale, vengano formalizzati per iscritto dagli specialisti a cui si rivolgerà. Ciò per quanto riguarda la valutazione medico-legale; per gli aspetti clinici faccia pure riferimento a specialisti, preferibilmente nelle strutture pubbliche.

Distinti Saluti.
Nicola Mascotti,M.D.

[Si prega di non richiedere valutazioni o stime del grado di invalidità]