Utente 303XXX
ho 39 anni, fisico atletico, sono titolare di una palestram,configurata come impresa commerciale artigiana (il mio soco è kinesiterapista),
a seguito di scivolone e appiglio a transenna, a dicembre 2012 ho subito una distrazione lombare (piegato a 90gradi..e sollevamento di un anca di 5cm)..curato con massicce dosi di syrdalud e ben 7+20+20 gg di guarigione..dopo di questi pochi miglioramenti anzi..tutto fa pensare ad una lobosciatalgia,confermata da RM che riporta: riduzione segnale dei dischi intersomatici l3-l4 e l4-5, questo risulta anche ridotto in spessore; spondiloartrosi lompare con restringimento del canale: l1/l2 REGOLARE PROFILO POSTERIORE;L3/L4 PROTUSIONE CIRCONFERENZIALE POSTERIORE ED ESTENSIONE INTRAFORMINALE BILATERALE MARMENTE SPORGENTE A IN SEDE LATERALE SX, che determina impronta su faccia ventrale del sacco e riduzione ampiezza del recesso;
a livello l4/l5 ampia ernia discale epicentro sx,che impronta la superfice ventrale del sacco;
l5/s1 immagine di minimo bulging discale posteriore.

Ora i sintomi sono quelli tipici dolore anche acuto a carico del femorale polpaccio e pianta del piede.
ATTENDO DI EFFETTUARE OZONOTERAPIA,
il neurochirurgo dice che se questa non ci da almeno un minimo risultato alla prima non resta che l'operazione.
NEL FRATTEMPO HO COMUNICATO ALLA MIA ASSICURAZIONE, la quale fa un po di "storie" sostenendo che era pregressa (quando io invece stavo benissimo!e cmq stava a loro accertarsi delle mie condizioni prima)..ma questo sarà un problema che affrotnerò direttamente (voglio vedere se gliconviene farmi strorie e rinunciare non solo al rinnovo della mia polizza personale,ma anche del mio socio e di tutte le polizze della ditta..per un totale di oltre 15mil€ anno!)
ORA LA DOMANDA:
non ho pensato ad aprire l'infortunio presso l'inail, ma devo dire che a distanza di 5 mesi mi capita TUTTIi giorni di rimanere bloccato a 90 e di dovermi buttare a terra per forzare la posizione..soffrire per 10/20minuti e poi piano piano sentire l'addome e lo psoas che si decontraggono ed i lombari che riportano la curva nella corretta lordosi..
LO STESSO ACCADE SE GUIDO PIù DI 10MINUTI (MENO MALE CHE HO UN PICK UP E MI POSSO STENDERE NEL CASSONE!
POSSO PROCEDERE IN UNA DI QUESTE FASI ACUTE AD APRIRE L'INFORTUNIO INAIL?
ANCHE SUL FRONTE INPS ACCADE QUALCOSA?
grazie

[#1] dopo  
Dr. Nicola Mascotti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
Spett.le Utente,

l'infortunio deve essere denunciato all'INAIL dal datore di lavoro entro due giorni dall'evento lesivo che comporti prognosi superiore a 3 giorni; deve essere pure inviata, entro due giorni, copia della denuncia all’Autorità locale di P.S. del luogo dove è avvenuto l’infortunio (art. 54, D.P.R. n. 1124/1965).
Per quanto riguarda l'INPS, quando ne ricorrano i presupposti e mediante certificazione del medico di medicina generale, potrà ottenere l'indennità di malattia quando i disturbi configurano inabilità temporanea (per un massimo di 180 giorni nell'anno solare).

Distinti Saluti.
Nicola Mascotti,M.D.

[Si prega di non richiedere valutazioni o stime del grado di invalidità]

[#2] dopo  
Utente 303XXX

grazie per la velocità..
allora aspetterò il prossimo evento acuto..tanto non tarderà..tra l'altro capita quando ,nemmeno lo sapesse, ho finito le fiale di muscoril e voltaren...oppure non ho la ricetta per averle!
purtoppo la vedo "nera" ... io solo il mio "datore"..quindi si lavora o per lo meno "si tira su la saracinesca" anche con la febbre..il mal di denti...il vomito..la diarrea ...e allora anche con questo!!