Utente 303XXX
Buona Domenica,
il 16 marzo di quest'anno ho avuto un infortunio in itinere con frattura scomposta del malleolo peroneale destro.
IL giorno seguente sono stato operato con conseguente referto: riduzione e sintesi del malleolo peroneale e sutura del legamento deltoideo.
A distanza del primo mese mi viene rimossa la strecca gessata, mi consigliano un carico massimo non superiore al 30% del mio peso, prescritta la fisioterapia per la rieducazione all'articolarità e consigliato l'utilizzo di un tuttore di tipo aircast.
Ad ora mi è stato detto (o per lo meno mi è sembrato di capire) dal medico INAIL che per il trauma subito sarò soggetto ad invalidità anche se lieve poichè non recupererò al 100% il movimento di prima dell'articolazione.
Le mie domande sono 2:
-Ho urgenza di rientrare al lavoro perche ho un contratto a tempo determinato quale possibili soluzioni ci sono per abbreviare i tempi visto che il medico legale sembra restio a farmi rientrare prima dei 2 mesi? fermo restando che continuero a curarmi e a fare la fisioterapia.
-Mi è sembrato di capira che avro una invalidità secondo voi che grado o percentuale mi verrà riconosciuta ? tale invalidita può compromettere la pratica di sport come l'arrampicata e la box da me praticati ?
Colgo l'occasione di ringraziarvi anticipatamente.

[#1] dopo  
Dr. Andrea Mancini

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
0% attualità
16% socialità
ANCONA (AN)
CORINALDO (AN)
ALTIDONA (FM)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Gent. Utente,
se lei vuole rientrare al lavoro il medico inail le fa firmare una sua assunzione di responsabilità quindi rientra a suo rischio e pericolo.
La percentuale di invalidità viene determinata in base ad una visita diretta; orientativamente non dovrebbe raggiungere il 6% che è la quota minima dell'Inail per essere indennizzati (al massimo un 4% nel suo caso ma occorre verificare direttamente ovvero con una visita il danno residuato).
In merito alla compromissione dell'attività sportiva, questo dipende dalla guarigione ed anche dalla riabilitazione che farà non appena l'ortopedico di fiducia le darà il via libera.
Buona giornata
Andrea dott. Mancini
Specialista in Medicina Legale e delle Assicurazioni