Utente 279XXX
buongiorno,ho 34 anni e nove mesi fa sono stata operata all LCA ginocchio sx a seguito di un infortunio sul lavoro.dopo aver fatto tutti i cicli di fisioterapia ho ricominciato il lavoro 4 mesi fa,ma non riesco piu'ad accovacciarmi in modo completo facendo peso su entrambe le gambe sentendo un dolore nella parte posteriore del ginocchio precisamente al popliteo.Sto lavorando cercando sempre di non raggiungere la massima flessione altrimenti poi mi dolora il tendine per vari giorni.Alla visita finale prima di riprendere il lavoro lìortopedico che mi opero' mi fece una carta dicendo di evitare i lavori in massima flessione .All'inail mi dissero che ci saremmo rivisti a gennaio per la valutazione postumi intervento.Chiedo se secondo lei avro'diritto ad un risarcimento,considerando che il mio ginocchio e'effettivamente limitato ma ho paura che loro non mi credano che mi fa male davvero.come devo comportarmi? Mi faranno fare un ulteriore risonanza per vedere se il tendine si e'indurito come lo sento io? E' meglio che faccio una visita medico legale di parte prima di presentarmi all'inail secondo lei? Le chiedo questo perche' purtroppo all'inail non ho avuto a che fare con persone sensibili ma sfacciate e arroganti .grazie se vorra'rispondermi..

[#1] dopo  
Dr. Pasquale Bergamo

36% attività
4% attualità
12% socialità
SCALEA (CS)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2010
La limitazione del suo ginocchio ai gradi estremi di flessione potrebbe essere dovuta alla presenza di qualche ispessimento o la presenza di una piccola raccolta sinoviale (cisti di Baker) soprattutto se il chirurgo ortopedico ha utilizzato i semitendini e non il rotuleo per la ricostruzione del LCA. Magari ne parli con il suo chirurgo e magari le potrà consigliare di eseguire una semplice ecografia del cavo popliteo.
Per quanto riguarda l'indennizzabilità del suo infortunio le ricordo che fino al 5% l'INAIL non corrisponde alcun indennizzo.
La informo che la tabella INAIL (tabella indennizzo danno biologico) per la lesione del LCA, NON OPERATA, prevede un indennizzo fino al 8%. Questo vuol dire che il grado di "lassità" attuale del ginocchio e le eventuali limitazioni (tipo la flessione completa) del ginocchio OPERATO orienteranno i sanitari dell'INAIL al giudizio valutativo che verrà espresso in termini percentuali. Solo dopo, se non è soddisfatta, può, entro 60 giorni, opporsi a tale giudizio (dopo una valutazione medico-legale che la supporti) e ottenere una visita collegiale (a cui parteciperà il suo consulente in contradditorio con il medico Inail) per la revisione del primo giudizio valutativo.
Saluti
dr Pasquale Bergamo