Utente 343XXX
SPETT.LE DOTT.RE,
SONO UN CONDUCENTE DI LINEA.
6 MESI FA MI E' STATA DIAGNOSTICATA L'IPERTENSIONE ARTERIOSA .
POSSO RICHIEDERE LA MALATTIA PROFESSIONALE A CAUSA DELLO STRESS DEL LAVORO E CHIEDERE IL CAMBIO MANSIONE.
ULTIMAMENTE MI E' STATA DIAGNOSTICATA ANCHE UN MIALGIA REUMATICA. PUO' ANCHE QUESTA ESSERE INSERITA PER UN EVENTUALE DOMANDA.
CORDIALI SALUTI

[#1] dopo  
Dr. Nicola Mascotti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
Spett.le Utente,

poichè la malattia in questione (ipertensione arteriosa) non risulta tabellata nell'elenco delle malattie professionali (allegato 4 al DPR 1124/1965), potrà fare istanza all'INAIL, ma l'onere della prova del rapporto di causalità fra lavoro e malattia è a Suo carico.
In pratica, sarà Lei a dover dimostare che la malattia è stata causalmente determinata dall'attività lavorativa svolta, e che tale attività è assicurata presso l'Istituto.

Per quanto riguarda l'eventuale cambio di mansione, fa testo il giudizio di idoneità che viene rilasciato dal Medico Competente aziendale in occasione delle visite periodiche che sicuramente, data la mansione di autista, Lei ha effettuato.

Distinti Saluti.
Nicola Mascotti,M.D.

[Si prega di non richiedere valutazioni o stime del grado di invalidità]

[#2] dopo  
Utente 343XXX

Grazie per la risposta.Vorrei porle un altra domanda e' normale che l'azienda per la quale lavoro dopo quindici giorni di ricovero e circa venti di convalescenza dove appunto mi e stata diagnosticata l ipertensione arteriosa essenziale con un insufficienza valvolare mitralica e tricuspidale non mi abbia mandato a visita di controllo per l idoneita alla mansione di autista. Posso richiederla io?
Grazie per la disponibilita. Cordiali saluti

[#3] dopo  
Dr. Nicola Mascotti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
Spett.le Utente,

l'art. 41, comma 2, punto e-ter) del D.Lgs 81/04 prevede la necessità di "visita medica precedente alla ripresa del lavoro, a seguito di assenza per motivi di salute di durata superiore ai sessanta giorni continuativi, al fine di verificare l’idoneità alla mansione".
Lei può comunque presentare domanda di visita da parte del medico competente ai sensi del punto comma 1, punto b) ("qualora il lavoratore ne faccia richiesta e la stessa sia ritenuta dal medico competente correlata ai rischi lavorativi") e comma 2, punto c) della citata norma ("visita medica su richiesta del lavoratore, qualora sia ritenuta dal medico competente correlata ai rischi professionali o alle sue condizioni di salute, suscettibili di peggioramento a causa dell’attività lavorativa svolta, al fine di esprimere il giudizio di idoneità alla mansione specifica").

Distinti Saluti.
Nicola Mascotti,M.D.

[Si prega di non richiedere valutazioni o stime del grado di invalidità]