Utente cancellato
gentili dottori

ho cambiato medico di famiglia e ho saputo dalla segretaria che di solito i dati dei pazienti revocati e le loro relative patologie non vengono cancellate.

Volevo chiedervi: in base alla legge sul trattamento dei dati personali,posso chiedere formalmente tramite comunicazione scritta mezzo raccomandata a/r di cancellare tutti i dati che mi riguardano?

grazie

[#1] dopo  
Dr. Nicola Mascotti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
Spett.le Utente,

i dati di cui dispone il Medico di Medicina Generale, relativi ad attività assistenziale svolta nei riguardi di un assistito, costituiscono un archivio professionale che, analogamente a quelli delle strutture ospedaliere ed ambulatoriali, non può essere cancellato o distrutto sic et simpliciter.
A mio parere, la richiesta che Lei può lecitamente formulare è quella di ottenere copia dei dati sensibili contenuti in tale archivio, oltre a pretendere un livello di sicurezza sull'accesso a tali dati che garantisca la loro riservatezza nei riguardi di terzi non autorizzati.

Distinti Saluti.
Nicola Mascotti,M.D.

[Si prega di non richiedere valutazioni o stime del grado di invalidità]

[#2] dopo  
359570

dal 2015
ad ogni modo dottore,il medico di famiglia che avevo prima,non puo' divulgare a terzi senza il mio consenso i miei dati,neanche al nuovo medico?

[#3] dopo  
Dr. Nicola Mascotti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
Spett.le Utente,

certamente la trasmissione di dati sensibili, anche se fra professionisti obbligati al segreto professionale, è subordinata al consenso dell'avente diritto.
Tuttavia tenga presente che il Medico di Medicina Generale che acquisisce la scelta di un nuovo assistito deve instaurare con questi un rapporto fiduciario, e pertanto potrebbe richiedere egli stesso all'assistito di fornirgli i dati sanitari ottenuti dal Medico revocato, anche sotto forma di relazione clinica.
In caso di reticenza, potrebbe attivare la fattispecie prevista dall'art.27, comma 3 della Convenzione (ricusazione della scelta).

Distinti Saluti.
Nicola Mascotti,M.D.

[Si prega di non richiedere valutazioni o stime del grado di invalidità]