Utente 488XXX
Salve, premetto che il quesito era già stato posto, ma erroneamente finito nella sezione "ortopedia" e quindi mi è stato consigliato dal medico che lo aveva preso in carico di riproporlo.


Buon giorno a tutti Voi, vorrei porvi alcune domande circa un infortunio subito 3 mesi fa ad un ginocchio e la relativa rottura del menisco dello stesso.

Premessa:

- ho 42 anni, pratico diversi sport a livello amatoriale e non ho mai subito nessun intervento chirurgico

- ad Agosto, mentre ero in giro in bicicletta da corsa, venivo urtato da tergo da un altri ciclista, perdendo l’equilibrio e finendo, anche se non completamente, a terra
- nella quasi caduta, riuscivo a sganciare il piede destro, ma non il sinistro, pertanto il ginocchio sx subiva una torsione anomala procurandomi da subito dolorabilità
- il “collega” si prendeva la sua responsabilità lasciandomi tutti i dati eventualmente necessari in seguito
- tornato a casa, pedalando ma dolorante, mi recavo al P.S. poiché il dolore non passava ed aumentava ed in quella sede mi diedero 7 gg di referto per “distorsione ginocchio sinistro, gonalgia, ecc”
- nei giorni seguenti, pur camminando e svolgendo le normali attività lavorative e quotidiane (NON bicicletta naturalmente) il ginocchio era sempre dolorante, soprattutto assumendo determinate posizioni o movimenti
- per farla breve, dopo visite specialistiche, fisioterapia e quant’altro, mi veniva prescritta una RMN per sospetta lesione meniscale

L’esito della stessa, tralasciando ciò che è nella norma, è il seguente:

“lesione completa longitudinale obliqua su base degenerativa del corpo e corno posteriore del menisco mediale”

“note di condropatia femoro-rotulea”

Ora veniamo alle domande:

Considerato che non avevo nessuna polizza infortuni personale, ma il “collega” aveva fatto regolare denuncia alla sua assicurazione, alla quale nel frattempo ho presentato già tutte le spese ed i certificati medici in mio possesso, considerato che prima del sinistro non avevo mai sofferto nessun problema al ginocchio in questione, potrebbero in sede medico- legale, visto il referto della RMN, non imputare la rottura del menisco all’evento sopra descritto?

Converrebbe che facessi modificare, nel limite del possibile e nel rispetto della legge, il referto della RMN, ovvero evitando di evidenziare la natura “degenerativa” della rottura meniscale?

Da considerare che il medico non l’ho nemmeno visto e probabilmente se mi avesse chiesto il motivo della RMN e l’evento cui era collegata, avrebbe certamente evitato di scrivere ciò che ha scritto.

La dicitura “rottura su base degenerativa” esclude qualsiasi coinvolgimento di tipo traumatico (distorsione subita) oppure potrebbe essere solo una predisposizione alla rottura e quindi, una minore valutazione del danno subito?

Nell’attesa di una Vostra cortese risposta, rimanendo a disposizione per qualsiasi chiarimento, porgo cordiali saluti.

Stefano S

[#1] dopo  
37801

Cancellato nel 2010
ESCLUDE IL TRAUMA
dott Sergio Funicello
Spec Medicina legale e Chir d'Urgenza
Dirigente medico legale ASL

[#2] dopo  
Utente 488XXX

Grazie per la risposta, anche se a mio modesto giudizio è un tantino sintetica.

Esclude il trauma, vorrebbe dire che è un danno che già avevo ed il trauma non centra assolutamente nulla con lo stesso.

Tecnicamente non metto certo in dubbio la sua diagnosi, però gradirei sapere il motivo per cui prima della caduta in bicicletta, non avevo nessuna patologia, nessun dolore, andando a correre sia a piedi sia in bicicletta, facevo le scale di corsa, ecc. mentre ora non riesco più a far nulla.

Non potrebbe essere che l'incidente abbia dato, come si usa dire, "il colpo di grazia" ad un ginocchio magari già problematico?

Buona serata.

[#3] dopo  
37801

Cancellato nel 2010
questa definzione

“lesione completa longitudinale obliqua su base degenerativa del corpo e corno posteriore del menisco mediale”

“note di condropatia femoro-rotulea


porta ad una condizione DEGENERATIVA e non traumatica.
Potrebbe essere che il trauma abbia acuito una patologia preesistente
dott Sergio Funicello
Spec Medicina legale e Chir d'Urgenza
Dirigente medico legale ASL