Utente 438XXX
Buonasera,

sono una psicologa. Pongo un quesito ai medici di medicina/chirurgia estetica, soprattuto se residenti nella regione Toscana.

Mi è stata comunicata da un MMG l'esistenza di una normativa della Regione Toscana che prevede la possibilità di fare un intervento mutuabile per la rimozione di cicatrici, qualora al paziente creassero "disagi psicologici". Personalmente non sono riuscita a trovare la normativa, chiedo quindi a chi più competente in materia se effettivamente ciò sia possibile.

Lo chiedo per una mia paziente che presenta una cicatrice sul volto e vorrebbe operarla, ma non ha grandi possibilità economiche.

Qualora tale normativa esista realmente, sareste così gentili da indicarmene i riferimenti e chiarirmi i passaggi necessari?

La persona in questione deve prima rivolgersi ai chirurghi? La certificazione deve essere fatta da specialista della ASL oppure anche da me che sono libero-professionista?

Vi ringrazio e saluto cordialmente

[#1] dopo  
Dr. Giampiero Griselli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
FERRARA (FE)
PORTO TOLLE (RO)
TORINO (TO)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Si tratta di un caso controverso ,anche perché ogni regione ha le sue modalità ,e talvolta ogni azienda Usl.
In linea generale possono essere trattate in reparto chirurgia plastica le lesioni funzionali o derivanti da patologie distruttive (es.ricostruzione del Seno dopo asportazione per neoplasia). Certamente anche gravi cicatrici dovute ad incidenti stradali ,aggressioni ,etc.
Il disagio psicologico potrebbe esserci sempre alla base di ogni intervento di questo genere ,naturalmente.
Orientativamente direi che non penso sia passabile ,tanto più se la richieste proviene dal settore privato.
Ma un parere Medico legale servirà.
Così la passerò di competenza.
Cordialità
Dott.Giampiero Griselli Dermovenereologo
www.dermoonline.com
Ferrara,Torino,Padova,Brescia,Porto Tolle, S.M.Maddalena (RO)

[#2] dopo  
Prof. Pietro Rinella

24% attività
16% attualità
12% socialità
CATANIA (CT)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2012
Potrebbe essere possibile ma dovrà rivolgersi ad un avvocato (gratuito patrocinio se ve ne sono gli estremi)
Prof. Pietro Rinella