Utente 445XXX
A seguito di un infortunio sul lavoro, l' Inail mi ha riconosciuto una invalidità del 58%. L'assicurazione del terzo responsabile ha valutato il danno in 33% con 0% inabilità lavorativa , mentre il medico legale a cui mi sono rivolto ha valutato il mio danno in 46% con 25% di inabilità al lavoro. La cosa ovviamente mi lascia perlesso, sapendo che esistono due tabelle analitiche differenti tar Inail e assicurazioni, il divario tra quanto valutato dal medico dell' assicurazione e Inail-Medico Legale rimane molto largo. E' ipotizzabile che ad un 58% possa affiancarsi uno 0% di inabilità al lavoro, ed è altrettanto ipotizzabile che possa esistere un divario così marcato ??? Grazie Mille

[#1] dopo  
Dr. Stefano Bonomo

24% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
FROSINONE (FR)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2007
Le percentuali di invalidità utilizzando differenti tabelle in differenti ambiti,possono essere distanti e non paragonabili .
Non si possono giudicare dalle percentuali,se non come lei a fatto portando la documnetazione ad un medico legale che può anche visitarla ed esprimere un parere preciso.
saluti
DOTT. STEFANO BONOMO MEDICO COMPETENTE AZIENDALE-Specialista in Medicina del Lavoro-