Utente 491XXX
BUONGIORNO MI CHIAMO MICHELE HO 40 ANNI IL 07/2017 HO AVUTO UN INCIDENTE IN BICOCLETTA DOVE VENIVO FATTO VOLARE E SBATTEVO A TERRA CON LA FACCIA VENIVO PORTATO AL PRONTO SOCCORSO DOIVE MI DIAGNOSTICAVANO :FERITA LACERO CONTUSA REGIONE MENTONIERA (CIRCA 4 CM) FERITA LACERO CONTUSA LABRO SUPERIORE,(LABRO DEFORMATO CICATRICE 2.5 CM ) CONTUSIONE ARCATA DENTARIA SUPERIORE ED INFERIORE CON ROTTURA DEGLI INCISIVI CENTRALI SUPERIORI 2.1 2.3 ANGOLO INCISALE 1.1.NECESSITA DI CURE URGENTI CON RERELATIVA RICOSTRUZIONE PROTESICA.
VOLEVO CHIEDERVI UNA VALUTAZIONE MEDICO LEGALE.
IL MEDICO DELL'ASSICURAZIONE HA DATO UN PUNTEGGIO DI 3.5
GRAZIE
MICHELE

[#1] dopo  
Dr. Nicola Mascotti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
Spett.le Utente,
la valutazione medico-legale del danno presuppone un peggioramento dello stato di salute conseguente all'evento lesivo, che nello specifico risulta essere un sinistro stradale.
Secondo quanto Lei riferisce, il danno riportato è rappresentato, oltre allo stato di malattia temporaneo, dai reliquati cicatriziali di ferite lacero-contuse al volto (labbro superiore e regione mentoniera) e dalla frattura di elementi dentari (11, 21 e 23).
Per quanto riguarda le lesioni dentarie, ove queste siano protesizzabili o comunque sia possibile la ricostruzione conservativa dell'elemento, il danno è configurato dal costo dei trattamenti ncessari, tenuto conto della necessità periodica di rinnovo degli stessi per la durata presumibile della vita. Solo se l'elemento dentario non è protesizzabile, in tal caso va considerato il danno biologico permanente:
Perdita di un incisivo centrale superiore 1.25%
Perdita di un incisivo laterale o di un incisivo centrale inferiore 0.50%.
Per gli esiti cicatriziali, il riferimento tabellare al danno estetico è il il seguente:
1.Pregiudizio estetico lieve.
L'anormalita' e' limitata ad esiti rilevabili ad un'osservazione generica, ma che non mutano in assoluto l'espressivita' del soggetto. Si tratta cioe' di esiti di minime alterazioni delle strutture di supporto del volto e/o alterazioni cutanee limitate. Rientrano in quest'ambito: piccole cicatrici visibili e/o pigmentazione anomala al volto, modeste dismorfie in esito a fratture del massiccio facciale, perdita parziale di un padiglione auricolare, strabismo lieve (a parte il pregiudizio disfunzionale), lievi esiti di lesione del nervo facciale, cicatrici lineari al collo bene evidenti, cicatrici lineari anche di grandi dimensioni al tronco o agli arti. Il

2.Pregiudizio estetico da lieve a moderato.
Il pregiudizio estetico complessivo e' piu' rilevante e si accompagna ad una coscienza della menomazione resa obiettiva dal giudizio negativo di chi osserva il soggetto. Si tratta cioe' di esiti di perdite circoscritte di strutture di supporto al volto e/o alterazioni cutanee poco importanti. Rientrano in quest'ambito: cicatrici lineari piane di piccole dimensioni al volto, depressioni circoscritte della fronte o della guancia, modeste asimmetrie facciali, marcata deformazione della piramide nasale, perdita di un padiglione auricolare, strabismo evidente (a parte il pregiudizio disfunzionale), evidenti esiti cicatriziali al collo, estese aree cicatriziali al tronco o agli arti.

Il pregiudizio estetico complessivo è lieve: 5%
Il pregiudizio estetico complessivo è da lieve a moderato 6-9%

Come è ben comprensibile, questi sono criteri generali, che vanno poi applicati al caso concreto con le eventuali necessarie correzioni o integrazioni.

Distinti Saluti.
Nicola Mascotti,M.D.

[Si prega di non richiedere valutazioni o stime del grado di invalidità]

[#2] dopo  
Prof. Pietro Rinella

24% attività
8% attualità
12% socialità
CATANIA (CT)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2012
Si condivide pienamente quanto già affermato dal dott. Nicola Mascotti
Inutile ripetersi con perifrasi
Prof. Pietro Rinella