Utente 971XXX
Sono stato vittima di un grave incidente automobilistico circa 2 mesi fa. L’auto completamente distrutta dopo ribaldamento ed io alla fine mi ritengo fortunato in quanto tutto sommato non ho rotto nulla. Ho avuto comunque trauma commotivo con perdita di conoscenza per alcuni minuti e politraumi su tutto il corpo che mi determinavano violenti dolori un po’ ovunque, specie torace allo sterno, spalla sinistra, fianco sinistro ( dove avevo anche abrasioni), collo, testa ed un fastidio, tipo insensibilita’, mancanza assoluta di forza e torpore al dito mignolo della mano destra ed all’esterno sempre della mano destra in pratica dalla punta del mignolo fino al polso.
Gli accertamenti immediati furono: TAC alla testa e lastre su tutto il corpo. Esiti tutti negativi. Dopo due mesi non muovo ancora la spalla, zoppico alla gamba sinistra e tendo a cadere per mancanza di forze, la mano destra ha sempre gli stessi identici fastidi tanto debilitanti di ipostesia e da ultimo avverto continuamente mal di testa.
Nel frattempo ho fatto tantissime visite ed accertamenti e risulto ancora a casa dal lavoro.
Cerco di essere breve...I vari referti hanno evidenziato:
Tralascio quelli delle visite specialistiche (ortopedico, neurologo...) che hanno confermato tutto cio’ che e’ stato descritto sopra. Gli esami obiettivi:
Elettromiografia: sofferenza radicolare C8 a destra e L4 sin (dopo 40 giorni)
RM spalla sinistra: esiti traumatici con edema a livello dell’articolazione acromion-claveare (dopo 2 mesi);
RM cervicale: non si evidenziano ernie (dopo 2 mesi);
RM lombo sacrale: grossolane alterazioni L4-L5 si suggerisce esame TC per capire ed ulteriore controllo a distanza con mezzo di contrasto (dopo 2 mesi).
Non capisco come posso stare cosi male ancora considerando che gli esami non presentano, mi sembra di capire, un quadro clinico grave.
Vorrei capire se devo fare altri accertamenti per capire che sosa mi affligge tanto e se mi consigliate di fare anche una visita medico legale per le varie assicurazione, considerando che c’e’ una franchigia per invalidita’ permanente del 3%.
Grazie di cuore!!!
Giuseppe

[#1] dopo  
Dr. Umberto Donati

40% attività
20% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
SAN GIOVANNI IN PERSICETO (BO)
FORLI' (FC)
SASSO MARCONI (BO)
MONTE SAN PIETRO (BO)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Gli esami in realtà confermano i disturbi che lamenta: l'EMG giustifica l'ipoestesia al dito, la RM della spalla la limitazione del movimento della spalla, la RM lombare può giustificare i disturbi all'arto inferiore (tra le altre cose suggerisce una TAC che forse non ha eseguito, e un ulteriore controllo RM con contrasto)
Al momento deve affidarsi agli ortopedici perché La seguano nel percorso terapeutico, cosa che non è possibile on line, ovviamente.
Nel contempo si deve affidare a un legale o a un'infortunistica che La segua nel percorso legale con l'assicurazione. Ricordi di conservare copia di tutta la documentazione (esami, referti medici, fatture, ecc) perché servirà alla fine per fare la perizia di parte da contrapporre a quella dell'assicurazione.
Cordiali saluti
Umberto Donati, MD

www.ortopedicoabologna.it

[#2] dopo  
Utente 971XXX

Caro Dottore,
intanto grazie della precisa valutazione. Effettivamente non ho fatto alcuna TAC lombare. Non convinto della prima risonanza cervicale ne ho eseguita una seconda sempre a pagamento. E' emerso in piu' una rettificazione antalgica nella fisiologica della lordosi ed iniziale protrusione C4-C5. Ma, mi sembra di capire nessuna ernia. Sto tenedo copia di tutto anche se la franchigia che Le accennavodel 3% su tutto.
Cordialissimi saluti
Giuseppe

[#3] dopo  
37801

Cancellato nel 2010
effettivamente deve attendere un po' per iniziare l'iter medico legale assicurativo. Sarà bene però cominciare a scegliere uno specialista in tale branca nel caso ritenesse opportuno darle dei consigli sul come impostare l'iter medico assicurativo.
Insomma le assicurazioni proprio dei fiorellini ...non sono

[#4] dopo  
Utente 971XXX

me ne sto accorgendo dottore...Grazie per il suggerimento. Per quanto riguarda la mia situazione attuale devo dire che i fastidi di cui soffro non diminuiscono. Ho fatto una visita richiesta da INAIL dove mi hanno suggerito riposo ed accertamenti ulteriori e mi hanno dato altre 3 settimane di stop dal lavoro. Nel frattempo faro' un'altra visita specialistica dall'ortopedico, una dal neuro chirurgo ed una finale dal neurologo. Gli esami sono quelli che ho riportato sopra ma il dolore mi tormenta. Potrebbe essere qualcosa di grave a Suo avviso? Soffro tuttora di mal di testa, nausea, dolore terribile nell'articolare la spalla, anche solo sfiorandola ( impensabile dormirci sopra...) inoltre la mano destra e' priva di forza ed il mignolo della destra e' totalmente insensibile...sensazione terribile. Se faccio una minima ginnastica con la mano...effetto crampo immmediato.
Mi passera', avro' postumi futuri?
Grazie ancora per il supporto e per la squisita disponibilita'.
Cordiali saluti Giuseppe

[#5] dopo  
Utente 971XXX

dimenticavo...tra le varie cose la gamba sinistra tanto dolente specie dietro la coscia e polpaccio...
Grazie ancora!!!

[#6] dopo  
37801

Cancellato nel 2010
dolore a livello della sura (insomma polpaccio) sono ovviamente possibili.

[#7] dopo  
Utente 971XXX

Grazie dott Funicello, ma per le altre cose riportate che le ripropongo, approfittando della Sua cortese e splendida disponibilita'.
....Soffro tuttora di mal di testa, nausea, dolore terribile nell'articolare la spalla, anche solo sfiorandola ( impensabile dormirci sopra...) inoltre la mano destra e' priva di forza ed il mignolo della destra e' totalmente insensibile...sensazione terribile. Se faccio una minima ginnastica con la mano...effetto crampo immmediato.
Mi passera', avro' postumi futuri?...

Grazie ancora e buona serata
GC

[#8] dopo  
37801

Cancellato nel 2010
per questo il medico legale aspetta lumi dall'ortopedico o reumatologo o fisiatre. Mi faccia avere questi lumi epoi ne riparliamo

[#9] dopo  
Utente 971XXX

Caro Dottore, grazie ancora per il tempo che mi dedica. Ho letto la Sua cortese risposta in tarda notte, proprio perche' il dolore mi impedisce di dormire... poi entrero' meglio in merito al punto da Lei correttemente sollevato riportando esattamente cio' che mi e' stato detto successivamente agli esiti sopra riportati. Sostanzialmente sono seguito da un ortopedico che dopo la lettura delle risonanze e dell'elettromiografia mi ha prescritto per almeno due mesi fisioterapia, iniziero' domani 2 volte alla settimana per poi aumentare. Mi ha prescritto una sorta di vitamine per i tendini, mi ha detto che ci vorranno piu' di 6 mesi per migliorare la sensibilita' al mignolo della mano destra e alla mano destra aumentare la forza. Non esclude un intervento di "pulizia" per l'edema alla spalla. Era molto preoccupato per gli schiacciamenti vertebrali c4,c5,c6, in parte dovuti a precedente degenerazione in parte a possibile protrusione che se non e' avvenuta per l'incidente (non si esclude) si puo' comunque dire che l'incidente ha come svegliato e accellerato un malessere.
Sono poi stato visitato dal neurologo che ha sostanzialmente confermato la precedente diagnosi dandomi poi dei farmaci per scigliere la tensione muscolare e per ridurre i forti mal di testa...Mi ha poi suggerito di vedere un neuro chirurgo per valutare lo schiacciamento alle vertebre. Nel frattempo anche una visita INAIL che mi prescrive ancora un lungo periodo di cure e riposo..
Ma allora caro Dottore, torno purtroppo alla prima domanda:.... Mi passera', avro' postumi futuri?...
Ma secondo Lei puo' essere che tutto cio' sia stato determinato da un incidente o avrei prima o poi sofferto di questi terribili fastidi?
La ringrazio tanto per tutto cio' che sta facendo per me Dr Funicello!!
Prendo qualche goccia...e provo a dormire un po'...
Cari saluti
GC

[#10] dopo  
37801

Cancellato nel 2010
tutto può essere SIA COME RIOSPOSTA POSITIVA CHE NEGATIVA ed ecco perchè si rende necessaria una valutazione a 36O GRADI ed è poco professionale risponderle.
Nulla si esclude