Utente 507XXX
Salve, una semplice informazione. Se la persona invalida con indennità di accompagnamento finisce in casa di riposo in maniera definitiva, perde l'assegno di accompagnamento solo se non paga nulla (ma non è il caso di mio padre) oppure anche se la ASL paga solo la quota sanitaria mentre quella alberghiera è a carico dell'assistito (il nostro caso)?

Grazie

[#1] dopo  
Dr. Domenico Spinoso

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
REGGIO DI CALABRIA (RC)
SAN DANIELE DEL FRIULI (UD)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2018
Gentile Utente,
l’INPS, con il Messaggio 26 settembre 2011, n. 18291 si è così testualmente espresso:
“...Ai sensi dell’ultimo comma dell’art. 1 della legge n. 18/1980, sono esclusi dall’indennità di accompagnamento gli invalidi civili gravi ricoverati gratuitamente in istituto.
L’indennità di accompagnamento inoltre, non spetta in caso di ricovero di lunga degenza o per fini riabilitativi.
Per ricovero gratuito si intende quello presso strutture ospedaliere oppure istituti, con retta o mantenimento a totale carico di ente pubblico; il ricovero viene considerato gratuito anche nel caso che venga corrisposta contribuzione da parte di privati esclusivamente per ottenere un trattamento migliore rispetto a quello di base.
Si considera invece ricovero a pagamento quello per il quale l’interessato (o chi per lui) versa l’intera retta, oppure ne versa solo una parte, essendo l’altra versata dall’ente pubblico..”
Dr. Domenico Spinoso
Medico del Lavoro