Utente cancellato
Gentili dottori desideravo un chiarimento: qualche settimana fa mi trovavo in malattia e ho effettuato una visita medica durante il periodo di malattia. Alla fine di tale visita il medico si è rifiutato di lasciarmi il foglio in carta libera nel quale si dichiarava che io ero stato in visita da lui da "faxare" all'azienda , poiché mi diceva che in passato ha avuto problemi perché dei datori di lavoro lo hanno poi contattato per sapere se effettivamente il dipendente era stato da lui o meno. Quello che mi chiedo è se il datore di lavoro o l'inps possono contattare i medici privati, le casa di cura o gli ospedali per sapere se effettivamente il dipendente ha effettuato la visita o meno , o se la legge sulla privacy vieta sia al datore e all'INPS di richiedere tali informazioni che al medico o struttura di rilasciare tali informazioni. Dunque il foglio in carta libera di certificazione di avvenuta visita vale come liberatoria per il dipendente senza ulteriori controlli ambo le parti? grazie mille.

[#1]  
Dr. Nicola Mascotti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
Spett.le Utente,

se Lei invia la certificazione all'Azienda, sta già comunicando che in tale data ed ora ha effettuato una visita presso un ambulatorio; quindi l'INPS od il datore di lavoro sono già informati.
Chiedere conferma di qualcosa di cui si è già a conoscenza non vìola alcuna norma, e non aggiunge nessun dato sensibile a quanto è noto; sarebbe invece illecito domandare il motivo per cui è stata effettuata la visita.

Distinti Saluti.
Nicola Mascotti,M.D.

[Si prega di non richiedere valutazioni o stime del grado di invalidità]