Utente 108XXX
il 14-08-08 subivo incidente stradale e riportavo alcune cicatrici facciali(n.4), la frattura del perone e la pluri frammentaria scomposta della tibia(n.5) compreso piatto tibiale- con inserita placca e 12 viti tuttora in sede- nel ginocchio dalla tac si è evidenziato che il crociato posteriore è rotto e l'anteriore molto assottigliato--un menisco quello esterno è un po sgretolato--dopo 8 mesi,ancora oggi, cammino claudicante e la schiena mi fa male,infatti dalle lastre risulta che c'è anche un aspetto scoliotico,questo è amputabile al trauma incidentale?-inoltre a tutto oggi lamento grandi dolori al ginocchio e nell'articolarlo negli ultimi 10 gradi mi provoca grande dolore---dopo 11 giorni di ospedale mi venivano prescritti,dall'ospedale, 30 giorni di riposo assoluto a letto,dopo sono uscito dal letto senza appoggiare il carico--il 2 febbraio 2009 ho ripreso il mio lavoro in ufficio--continuando la terapia di riabilitazione certificatami dall'ortopedico dell A.U.S.L.--il 16 aprile 2009 chiuderò la terapia,con la certicazione--POSTUMI DA VALUTARE---vorrei sapere da Lei quale è la sua valutazione percentuale di danno biologico--e la successiva valutazione,approssimativa certo,del danno economico totale,nel caso che ella voglia altre indicazioni,mi indichi cosa fare---la ringrazio anticipatamente della sua risposta---arrivederci------

[#1] dopo  
Dr. Andrea Mancini

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
0% attualità
16% socialità
ANCONA (AN)
CORINALDO (AN)
ALTIDONA (FM)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Egr. Utente 108068,
il primo consiglio è che lei mi dica se l'incidente stradale è avvenuto per colpa di altre persone, se possiede una polizza privata, se stava andando al lavoro quindi si tratta di infortunio tutelato dall'Inail.
Il secondo consiglio è che non si aspetti da un medico legale alcuna indicazione sul danno economico in quanto questo deve essere di pertinenza del soggetto che la tutela nei confronti dell'eventuale responsabile dell'incidente (ad esempio un avvocato).
La aspetto qualora voglia mie ulteriori spiegazioni.
Saluti
Andrea dott. Mancini
Specialista in Medicina Legale e delle Assicurazioni

[#2] dopo  
Utente 108XXX

La ringrazio per la risposta---l'incidente è avvenuto per colpa dell'altrui,colpa che si è assunto totalmente---ero in vacanza----avevo 51 anni quando accadde l'incidente---desidero se è possibile sapere quale è secondo lei la percentuale del danno biologico---anticipatamente ringrazio-----

[#3] dopo  
Dr. Andrea Mancini

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
0% attualità
16% socialità
ANCONA (AN)
CORINALDO (AN)
ALTIDONA (FM)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Egr. Utente 108068,
la valutazione del danno biologico risulterebbe da parte mia estremamente imprecisa per i seguenti punti incerti:
1) le cicatrici facciali vanno esaminate direttamente poichè possono andare da un range valutativo inferiore al 5% fino anche al 15% minimo nel caso di lesioni deturpanti.
2) anche la lesione al ginocchio purtroppo grave potrebbe essere valutata come non inferiore al 12% fino ad un massimo del 25%.
Di fatto si tratta di un danno da valutare come macropermanente con riflessi probabilmente anche sulle sue mansioni lavorative e, data l'età, probabilmente anche sulle attività socio-relazionali.
In sintesi, si tratta di un danno complesso per la cui valutazione le consiglio caldamente di rivolgersi ad uno specialista in medicina legale poichè è la figura di riferimento per questa tipologia di danno.
Mi spiace non poter essere più preciso data la gravità del danno da Lei subito ma tali danni vanno verificati di persona dallo specialista in medicina legale. Di certo si tratta di un danno macropermanente e le consiglio un avvocato ed un bravo specialista medico legale che possa valutare tutti gli aspetti del suo quadro menomante.
A risentirci
Andrea dott. Mancini
Specialista in Medicina Legale e delle Assicurazioni