Utente cancellato
Salve sono stato operato circa 1 mese fa per carcinoma gastrico e prima dell'operazione ho fatto tac addome e torace e rx torace, i vari medici che mi seguivano mi hanno rassicurato sul fatto che la cosa fosse circoscritta e non ci fossero secondarismi. Ora facendo la prima visita dall'oncologo vengono invece sollevati dubbi su due piccole zone poco chiare su sterno e costa;non ricordo grossi traumi subiti, e viene richiesta scintigrafia. Vorrei sapere se con questo esame si chiariranno definitivamente le cose o potrebbero essere messe in risalto alterazioni ossee di altra natura. sono in cura hiv da 13 anni e so che la haart può provocere decalcificazione ossea come effetto.

[#1]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2012
La scintigrafia ossea è un esame altamente sensibile ma aspecifico; non è infatti in grado di rivelare la natura della patologia riscontrata. Per questo motivo viene generalmente utilizzato in associazione ad esami radiologici od altre metodiche di imaging come la risonanza magnetica.

Tutte le lesioni ossee di natura traumatica, infiammatoria, degenerativa o neoplastica determinano una concentrazione di osteoblasti nella sede della lesione e di conseguenza un aumento della concentrazione radioattiva.

Perché la scintigrafia ossea rimane l’indagine di prima scelta nella ricerca di metastasi scheletriche da carcinomi?

Rispetto alla Tc:
• Consente uno studio totale corporeo a costi minori.
• Comporta una dose di radiazioni significativamente minore per il paziente.

Rispetto alla RMN:
• È meno costosa.
• È più accessibile.

Saluti
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#2]  
Dr. Antonino Restuccia

24% attività
0% attualità
12% socialità
CATANZARO (CZ)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2010
Gentilissimo non so se ha già risolto il suo problema.
Pienamente concorde col collegaQuatraro tuttavia é bene precisare che la semeiotica medico-nucleare può sebbene non sempre orientare a distinguere fra lesioni neoplastiche e non.
Ovviamente ci vuole una buona dose d`esperienza del medico nucleare.
Sarò disponibile a consigliarla in caso di scintigrafia ossea dubbia sebbene non sia facile in assenza di immagini.

Saluti
Dott. Antonino Restuccia

Per consulti prendere appuntamento via mail o cell.: Joppolo (VV) o CZ