L'area di Medicina non Convenzionale è riservata ai soli perfezionati in tali discipline, quindi non sarà possibile ricevere risposte da altri specialisti. Teoria e pratica delle discipline di Medicina non Convenzionale ad oggi non sono ancora sostenute da sufficiente sperimentazione scientifica e sono disciplinate dal codice di deontologia medica (art. 15)

Utente 179XXX
Gentilissimi dottori,
sono una ragazza di 24 anni,ho scoperto a marzo 2010 di soffrire di tiroidite cronica autoimmune poichè avvertivo agitazione,tachicardia e ho la nonna materna con problemi tiroidei,così il mio medico di base mi ha consigliato di fare esami più specifici. Sono positiva agli anticorpi antitireoglobulina (avevo 300 con max 30 e ora dopo sei mesi sono saliti a 700) mentre gli antiperossidasi sono nella norma e la funzionalità tiroidea anche,pertanto non assumo ormoni sostitutivi. Ho effettuato un'ecografia tiroidea con color doppler e non risulta nulla di preoccupante,se non una lieve disomogeneità della struttura della tiroide che indica uno stato iniziale di tiroidite. L'eco la ripeterò a breve e mi recherò dall'endocrinologo che mi segue. Chiedo però cortesemente alcuni vostri pareri: in primis se lo iodio ( che so di dover evitare o ridurre,ma vivo in una città di mare e quindi più di tanto non posso fare)oltre ad influire sulla funzionalità tiroidea ha un effetto sugli anticorpi?e quindi il periodo estivo al mare mi ha portato un ulteriore incremento? e seconda cosa,per aiutarmi a contrastare i dolori mestruali assumo ogni mese,da dieci giorni prima del ciclo fino al primo due pastiglie di magnesio,vorrei sapere se è controindicato per chi ha patologie autoimmuni,dato che rinforza anche le difese immunitarie? una farmacista omeopata di fiducia mi ha anche consigliato all'occorrenza,in caso di dolore fastidioso nel primo giorno di ciclo, di assumere le supposte omotossicologiche atropinum compositum e devo dire che su di me funzionano benissimo e riesco ad evitare di prendere analgesici allopatici,per me possono essere un problema?e così anche i probiotici e la bardana per depurare la pelle? ho anche svolto,su indicazione dell'endocrinologo altri test autoimmunitari per celiachia,anemia perniciosa,artrite reumatoide e diabete,risultati negativi e l'esame della calcitonina (10 pg/ml,normale da 0,8 a 10 e PTH intatto 13,8 pg,ml ,normale da 10 a 65). Spero di aver fornito elementi sufficienti.
Ringrazio per l'attenzione e per eventuali risposte.
Cordiali saluti

[#1] dopo  
Dr. Alessandro Scuotto

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
COMO (CO)
SARONNO (VA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile signora,
rispondo alle domande relative agli aspetti di medicina non convenzionale lasciando la risposta sugli aspetti endocrinologici ai consulenti dell'area specialistica in cui ha inviato l'altra richiesta.

Non vi è controindicazione per l'assunzione di un integratore di magnesio nelle sue condizioni e non vi è controindicazione per l'uso de arnica-compositum.

Cordiali saluti.
Alessandro Scuotto, MD, PhD.

[#2] dopo  
Utente 179XXX

La ringrazio molto per la risposta. Vorrei precisare però che la supposta di cui sopra non è arnica compositum,ma atropinum compositum,è controindicata nel mio caso? la uso appunto per la dismenorrea e so che è utile anche per le coliche addominali e biliari. Per quanto riguarda la bardana invece sa dirmi qualcosa?so che essendo una pianta forse non rientra nelle sue competenze. Aggiungo inoltre che da ieri ho uno strano sfogo sulle spalle il petto e le braccia( non so se in concomitanza con l'arrivo del ciclo di ieri)o meglio puntini rosa leggermente urticanti soprattutto nella piega interna del braccio( dal gomito alla mano non ho sfoghi,così come su braccia e pancia)e sulle spalle ho la pelle ruvida al tatto e questi brufoletti sotto pelle,potrebbe essere una reazione alla bardana?ho iniziato ad assumerla 20gg fa 4 capsule al dì. Nel dubbio da oggi la sospendo,ma non saprei cosa fare nel frattempo...
Mi scuso per essermi nuovamente dilungata e la ringrazio anticipatamente nel caso potesse darmi una risposta.
Cordiali saluti

[#3] dopo  
Dr. Alessandro Scuotto

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
COMO (CO)
SARONNO (VA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2007
Gentile signora,
le chiedo scusa per il refuso, intendevo atropinum e non arnica: non c'è controindicazione.
Per quel che riguarda la bardana, si tratta di un fitoterapioo particolarmente attivo nel drenaggio depurativo. Non presenta effetti collaterali al dosaggio consueto, ma come per tutti i fitoterapici vi può essere una sensiblità individuale che ne limita l'utilizzo.
In alternativa tra i fitoterapici si può utilizzare l'estratto di finocchio.
Cordiali saluti.
Alessandro Scuotto, MD, PhD.

[#4] dopo  
Utente 179XXX

La ringrazio moltissimo per la celere risposta.
La bardana non credo mi abbia provocato tale sfogo perchè anni fa l'ho usata qualche volta senza aver problemi anche per più mesi consecutivi. Ho pensato a cosa ho usato ultimamente per il corpo e credo che il mio sfogo sia una dermatite atopica o allergica causata da una crema che mi è stata regalata e ho usato qualche volta nelle ultime tre settimane,è di una nota marca di cui non cito il nome che produce creme a gusti insoliti come zucchero,cioccolato e simili...è la prima volta che ho una forma di allergia,mi consiglia di fare dei test? ciò può dipendere dalla mia autoimmunità recentemente scoperta?Ora ho uno sfogo urticante nella piega delle braccia e sulle spalle e il petto,che sono ruvidi e squamosi...il medico di famiglia mi ha prescritto antistaminico Xyzal e Diprosone crema...Spero mi passi in fretta. La ringrazio nuovamente.
Cordiali saluti