L'area di Medicina non Convenzionale è riservata ai soli perfezionati in tali discipline, quindi non sarà possibile ricevere risposte da altri specialisti. Teoria e pratica delle discipline di Medicina non Convenzionale ad oggi non sono ancora sostenute da sufficiente sperimentazione scientifica e sono disciplinate dal codice di deontologia medica (art. 15)

Utente 197XXX
Salve a tutti. A causa di una "erosione" pre-duodenale, sono in cura con un farmaco a base di Pantoprazolo, sul cui foglio illustrativo si consiglia di evitare una cura concomitante a base di antibiotici.
Essendo io intenzionato, dopo aver letto le testimonianze, ad assumere anche del Miele di Manuka con AloeActiv, volevo chiedervi se questo prodotto naturale può considerarsi interagente con i farmaci.
Vi ringrazio e mi scuso per il disturbo ...

[#1] dopo  
Dr. Alessandro Scuotto

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
COMO (CO)
SARONNO (VA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile signore,
non mi risultano controindicazioni all'uso di antibiotici antibatterici in contemporanea con il pantoprazolo. In alcune circostanze è risutato ridotto l'assorbimento di un antifungino (ketoconazolo) e di un antivirale.
Per quel che riguarda l'assunzione contemporanea di miele di Manuka, non sono segnalate interferenze.
Cordiali saluti.
Alessandro Scuotto, MD, PhD.

[#2] dopo  
Utente 197XXX

Mille Grazie Dottore !!!! A poco alla volta proverò a sospendere il gastroloc perchè la mattina avverto un senso di debolezza soprattutto agli arti inferiori.

La ringrazio per la cortese e celere risposta e Le auguro buona giornata.

[#3] dopo  
Dr. Alessandro Scuotto

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
COMO (CO)
SARONNO (VA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2007
Gentile signore,
per chiarezza e a completamento della risposta che riguardava la contemporanea assunzione dell'integratore e del farmaco di sintesi, la invito a non sospendere spontaneamente il pantoprazolo, ma a consultare il medico che lo ha prescritto sulla eventuale opportunità di farlo nei tempi e nelle modalità adeguate.
Cordiali saluti.
Alessandro Scuotto, MD, PhD.