L'area di Medicina non Convenzionale è riservata ai soli perfezionati in tali discipline, quindi non sarà possibile ricevere risposte da altri specialisti. Teoria e pratica delle discipline di Medicina non Convenzionale ad oggi non sono ancora sostenute da sufficiente sperimentazione scientifica e sono disciplinate dal codice di deontologia medica (art. 15)

Utente 473XXX
Buonasera,

vorrei chiedervi come si puo' eliminare il virus della mononucleosi in una bambina di 8 anni che all'eta di 4 ha avuto la mononucleosi con sintoni come ingrossamento dei linfonodi,mal di gola fortissimo da non riuscire a deglutire, milza ingrossata e febbre alta?

Grazie

[#1] dopo  
Dr. Riccardo Ferrero Leone

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,
riferirle in questa sede 'come' è decisamente impossibile;
l'aiuto che posso darle è un 'se si' e solo dopo aver avuto maggiori delucidazioni sullo stato attuale della bambina, i dati di laboratorio relativi alla malattia e le eventuali terapie effettuate ad oggi.
Cordialmente, Dr. Riccardo F.L.
Dr. Riccardo Ferrero Leone
Omeopatia-Omotossicologia-Nutrizione clinica

[#2] dopo  
Utente 473XXX

La bambina ora sta bene, a parte oggi che ha la febbre e mal di gola con tonsille arrossatissime.
Se desidera posso comunicarle gli esami eseguiti al momento della malattia.

Grazie

[#3] dopo  
Dr. Riccardo Ferrero Leone

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Cara Signora,
se dopo aver manifestato la malattia la bambina ha recuperato uno stato di salute ottimale non c'è motivo di preoccuparsi.
Molti virus, dopo aver manifestato la malattia vengono in massima parte distrutti dai sistemi di difesa dell'organismo e solo in quota minima sopravvivono e rimangono in uno stato di riposo, senza procurare particolari danni: solo in particolari situazioni di stress e di debolezza del sistema immunitario possono esprimere nuovamente una certa attività con i relativi sintomi clinici.
Nessun problema quindi se, come dice, la bambina e in salute: tentare di debellare quella quota residua è praticamente molto difficile ed al momento di scarsa rilevanza.
Cordialmente, dr. Leone
Dr. Riccardo Ferrero Leone
Omeopatia-Omotossicologia-Nutrizione clinica