L'area di Medicina non Convenzionale è riservata ai soli perfezionati in tali discipline, quindi non sarà possibile ricevere risposte da altri specialisti. Teoria e pratica delle discipline di Medicina non Convenzionale ad oggi non sono ancora sostenute da sufficiente sperimentazione scientifica e sono disciplinate dal codice di deontologia medica (art. 15)

Utente 114XXX
buongiorno vi scrivo per alcune delucidazioni: ho un bambino di 11 mesi che fino ai 5 mesi circa dormiva tutta la notte poi (ha subito anche un'intervento alla gola) ha iniziato a svegliarsi di continuo la notte (circa 15 gg dopo l'intervento) ovvero lui si addormenta da solo nel lettino con me seduta sulla poltrona accanto a lui e verso le 1 il primo risveglio...piange vado da lui gli rimetto il ciuccio, una carezza e riprende sonno ma dura poco di solito 1 oretta, a volte poco di più ma anche decisamente di meno e così via fino al mattino. A volte lo porto nel lettono con noi visto che lavoriamo e non è facile fare qua e là per 5/6 volte a notte, ma cmq la situazione non cambia, si sveglia lo stesso.
Di giorno cmq fa uguale, dorme un'oretta e si sveglia, ciucco e una carezza e dorme ancora un'altra oretta circa
Il pediatra non mi ha saputo dire niente, siamo stati da un'omeopata e mi ha dato avena sativa la sera e calcarea carbonica il giorno ma zero risultati. Ora le chiedo visto che ho letto cose positve sul Kindival forte...posso darglielo? i prodotti omeopatici sno senza controindicazioni??? non voglio ricorrere come tante mamme (e sinceramente come mi ha consigliato anche il mio pediatra) a Nopron o cmq antistaminici per farlo dormire!
Attendo un suo parere. Grazie

[#1] dopo  
Dr. Alessandro Scuotto

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
COMO (CO)
SARONNO (VA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile signora,
il prodotto indicato è un complesso omeopatico, non presenta controindicazioni ed è utilizzato nell'insonnia dei bambini e nell'agitazione psicomotoria.
Cordiali saluti.
Alessandro Scuotto, MD, PhD.