L'area di Medicina non Convenzionale è riservata ai soli perfezionati in tali discipline, quindi non sarà possibile ricevere risposte da altri specialisti. Teoria e pratica delle discipline di Medicina non Convenzionale ad oggi non sono ancora sostenute da sufficiente sperimentazione scientifica e sono disciplinate dal codice di deontologia medica (art. 15)

Utente 239XXX
Buongiorno,soffro di grossi problemi digestivi funzionali da circa 5 anni.All'inizio soffrivo solo di una grossa dispepsia,ora pure di colon irritabile.è da molto tempo che non riesco a mangiare e sono sotto peso.In passato ho trovato beneficio con alcuni antidepressivi(come prescrizione off label) ma poi li ho dovuti sospendere per importanti effetti collaterali(Remeron,Laroxyl,Zoloft).
Ora mi avrebbero consigliato il Citalopram ma ho molta paura ad iniziarlo,anche se so che magari mi farà stare meglio,proprio per i possibili effetti collaterali e ad una possibile assuefazione.Ho provato anche con alcuni prodotti omeopatici(Lycopodyum,Lemptandra,Mucosalin,Nux vomica) e naturali(Pluricol)ma con nessun beneficio.
Prima di eventualmente partire con il Citalopram ,siete a conoscenza di qualche altro prodotto forte che abbia la stessa funzione degli antidepressivi ma privo di effetti collaterali?

[#1] dopo  
Dr.ssa Valentina Pontello

52% attività
8% attualità
20% socialità
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Gentile Signore,

è stato visto dal gastroenterologo? Ha fatto una gastroscopia?
Mi sembra strano che sia stato trattato con questi farmaci solo per i disturbi digestivi, coesistono forse sintomi di disagio psicologico?
Per i sintomi descritti, mi rivolgerei ad un medico esperto in fitoterapia. Possibili prodotti da usare potrebbero essere lo zenzero, che ha un effetto procinetico sullo stomaco, e magnesio e fibre per l'intestino.
Ovviamente è importante risistemare l'alimentazione, con l'aiuto di un bravo nutrizionista.

Se si pensa che il disturbo abbia un'origine prevalentemente di tipo ansioso, possono aiutare sia la fitoterapia, ma anche l'agopuntura e la medicina tradizionale cinese. Ci si può aiutare anche con l'esercizio fisico costante (soprattutto ginnastiche orientali), e con uno stile di vita sano.
Dr.ssa Valentina Pontello
www.medicinamaternofetale.it
Sostiene CiaoLapo e Associazione Progetto Endometriosi