L'area di Medicina non Convenzionale è riservata ai soli perfezionati in tali discipline, quindi non sarà possibile ricevere risposte da altri specialisti. Teoria e pratica delle discipline di Medicina non Convenzionale ad oggi non sono ancora sostenute da sufficiente sperimentazione scientifica e sono disciplinate dal codice di deontologia medica (art. 15)

Utente 363XXX
Buongiorno, scrivo per avere un consulto riguardo il mio bimbo di 4 anni e mezzo. Da più di un anno soffre di ipertrofia adenoidea e tonsillare del terzo grado, e da un paio di mesi stiamo seguendo una terapia con Baryta Carbonica 5ch, per cercare di alleviare i sintomi che sono prevalentemente le apnee notturne causate dalle dimensioni eccessive di entrambe le ghiandole. Purtroppo nonostante questa cura le apnee non si sono ridotte ed il suo sonno è sempre molto agitato, tanto che durante la giornata si sente spesso stanco e ultimamente soffre anche di emicranie.
Mi domando se ci sia qualche altro rimedio da associare per potenziarne l'effetto e per cercare di farlo dormire più serenamente.
Cordiali saluti
Cristiana

[#1] dopo  
Dr. Sandro Morelli

28% attività
4% attualità
16% socialità
VELLETRI (RM)
LATINA (LT)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2007
Curare una ipertrofia solamente con baryta carbonica (anche se ha le sue indicazioni) è veramente molto poco. Il medico omeopata che visiterà il bambino, sicuramente le darà una cura adatta al sistema immunitario e che favorisca la fluidificazione del sistema linfatico tonsillare, e, soprattutto, che blocchi le ricadute.
Ma tutto ciò si deve fare facendo prima una normalissima visita medica, seguita poi dalla visita costituzionale, caratteristica dei medici omeopati.
Al seguito di ciò vedrà sicuramente risultati più concreti.
Per curare queste malattie dei bambini, io personalmente, utilizzo almeno 50 farmaci omeopatici differenti a seconda del caso. Quindi darle il nome di qualche omeopatico da aggiungere sarebbe fortemente riduttivo, anche perché non conosco nè il suo bambino, nè la sua sintomatolgia.
Per ultimo un consiglio che dò a tutti, fate fare comunque una visita al bambino da un medico omeopata, vedrete che poi, nel caso di una ricaduta o di qualche altra malattia tipica, il medico vi potrà dare qualche consiglio anche per telefono, o via internet.
dott. Sandro Morelli