L'area di Medicina non Convenzionale è riservata ai soli perfezionati in tali discipline, quindi non sarà possibile ricevere risposte da altri specialisti. Teoria e pratica delle discipline di Medicina non Convenzionale ad oggi non sono ancora sostenute da sufficiente sperimentazione scientifica e sono disciplinate dal codice di deontologia medica (art. 15)

Utente 351XXX
Cordiali saluti per chi leggerà. Da diversi mesi sto cercando di capire cosa potrei aggiungere nella mia alimentazione che mi possa veramente aiutare in una forma di sindrome perineale cronica (neuropatia del pudendo) causata da ipertono di due muscoli (elevatore dell'ano e otturatore). Almeno questa è stata la diagnosi di uno specialista del settore. E' una situazione a volte veramente avvilente e dall'insieme di prodotti farmaceutici che assumo fino ad ora l'aiuto è ridotto se non nullo. Se è vero che su tante problematiche fisiche si può intervenire, perlomeno come contributo, con sostanze contenute negli alimenti qualcuno è a conoscenza di qualche specifico accorgimento alimentare che agisca su tale distretto corporeo, quindi su tale tipo di muscoli e relativa innervazione ? Grazie

[#1] dopo  
Dr. Riccardo Ferrero Leone

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,
non credo esista un alimento specifico per ridurre i suoi disturbi; l'alimentazione corretta che sia di benefecio a tutto l'organismo prevede l'alternanza dei i principali nutrienti dei quali possibilmente si conosca la qualità della produzione.
Le consiglierei di provare una cura non convenzionale prescritta da un collega esperto in queste discipline;
un'integrazione comunque valida è rappresentata dalla curcuma che esplica anche una buona azione antinfiammmatoria su tutti i tessuti http://www.dietaconnettivale.com/page_11.html

Cordiali saluti.
Dr. Riccardo Ferrero Leone
Omeopatia-Omotossicologia-Nutrizione clinica

[#2] dopo  
Utente 351XXX

Grazie per la risposta! Quindi la curcuma eserciterebbe un'influenza positiva anche sulle innervazioni periferiche? Ci possono essere interferenze con farmaci o altri alimenti? Quale potrebbe essere una giusta quantità da assumere? Cordiali saluti

[#3] dopo  
Dr. Riccardo Ferrero Leone

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prego! L'influenza della curcuma in questo caso è solo come antinfiammatorio, non agisce sullo spasmo muscolare; un eventuale beneficio in questi termini sarebbe indiretto.
Non interferisce con farmaci o alimenti, per quantità e prodotto da acquistare è bene che chieda indicazioni al farmacista di fiducia (può anche assumerla direttamente come alimento ma in questo modo gli effetti sono molto lievi).
Cordialmente.
Dr. Riccardo Ferrero Leone
Omeopatia-Omotossicologia-Nutrizione clinica

[#4] dopo  
Utente 351XXX

Grazie dott. Leone a un eventuale prossima occasione!