L'area di Medicina non Convenzionale è riservata ai soli perfezionati in tali discipline, quindi non sarà possibile ricevere risposte da altri specialisti. Teoria e pratica delle discipline di Medicina non Convenzionale ad oggi non sono ancora sostenute da sufficiente sperimentazione scientifica e sono disciplinate dal codice di deontologia medica (art. 15)

Utente 366XXX
chiedo se l'argento colloidale puo' essere usato sugli occhi, come disinfettante, dopo miei accurati lavaggi al mattino con oftalderm shampoo e abbondante acqua, a scopo preventivo o curativo, contro occasionali congiuntiviti e tendenza a blefarite e lacrimazione croniche da vari anni, derivate da cheratite puntata, 14 anni fa, e successiva operazione alla cataratta. Non vorrei piu' usare farmaci steroidei e non stereoidei e antibiotici, a causa dei molti possibili effetti collaterali. Il farmacista dice che l'argento colloidale per gli occhi non andrebbe bene perche' non sterile,ma sulla confezione c'e'scritto 3 mesi dopo l'apertura. Inoltre perche' solo certe volte,la goccia di argento colloidale mi causa un momentaneo bruciore, ma non sempre?
Chiedo inoltre come modificare la mia storia clinica da voi memorizzata: il peso e' di 73-76 kg. e non 75-80, variabile a seguito dei molti lavori manuali che svolgo in campagna nella buona stagione. La trombosi memorizzata nella mia storia clinica non riguarda me, bensi' mia moglie.

[#1] dopo  
Dr. Riccardo Ferrero Leone

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,
si suggerisce l'utilizzo di argento colloidale come gocce oculari facendo però attenzione alla sensibilità individuale e alle condizioni infiammatorie della congiuntiva; sono queste ultime che possono spiegare il perchè del saltuario bruciore unitamente alle caratteristiche del veicolo con cui è formulata la preparazione.
Se dopo alcuni giorni di terapia non dovesse riscontrare beneficio si astenga dal proseguire.
Per aggiornare i suoi dati personale se non ha accesso alla scheda può farne comunicazione allo Staff.

Cordialmente.
Dr. Riccardo Ferrero Leone
Omeopatia-Omotossicologia-Nutrizione clinica

[#2] dopo  
Utente 366XXX

Grazie, seguiro'i suoi consigli con l'argento colloidale, quando necessario. Comunque,nel caso perdurasse questo disturbo di lacrimazione agli occhi, cronico da 14 anni, ma saltuario nel corso della giornata, di intensita' variabile, dipendente anche dalle situazioni, ambiente,stanchezza, vento, freddo, polveri, emanazioni di chimiche (benzina,candeggina, ecc.), lungo uso del PC o TV alla sera, ecc., chiedo se lei ritiene che cure alternative con l'agopuntura o l'omeopatia possano risolverlo definitivamente. Rimane pero' il problema di trovare qualcuno veramente affidabile ed esperto,non con corsi accelerati, in queste terapie, che sono piu' diffuse nelle metropoli che non qui in provincia, poiche' vivo in aperta campagna.

[#3] dopo  
Dr. Riccardo Ferrero Leone

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Una corretta terapia omeopatica potrà esserle di giovamento, convengo che sia indispensabile rivolgersi a medico esperto.
Cordialmente.
Dr. Riccardo Ferrero Leone
Omeopatia-Omotossicologia-Nutrizione clinica