L'area di Medicina non Convenzionale è riservata ai soli perfezionati in tali discipline, quindi non sarà possibile ricevere risposte da altri specialisti. Teoria e pratica delle discipline di Medicina non Convenzionale ad oggi non sono ancora sostenute da sufficiente sperimentazione scientifica e sono disciplinate dal codice di deontologia medica (art. 15)

Utente 345XXX
Buonasera cari dottori volevo porvi una domanda. Con l'arrivo del freddo comincio a consumare più volte al giorno tisane, che sono per me una gran coccola soprattutto prima di dormire. Ho notato però che molte di queste bevande hanno la liquirizia e volevo sapere se a lungo andare questo può farmi male perché molti mi hanno detto di fare attenzione alla pressione e al cuore con la liquirizia. Qual'e la dose giornaliera tollerabile diciamo? Mi scuostoer la domanda ma è davvero una curiosità. Cordiali saluti

[#1] dopo  
Dr. Gianni Verde

20% attività
0% attualità
0% socialità
QUALIANO (NA)

Rank MI+ 20
Iscritto dal 2016
Prenota una visita specialistica
Gentile Paziente, è vero che la liquirizia è anche in grado di contrastare l’insonnia regolando gli zuccheri ematici e quelli del cerebrospinale. In caso di IPERTENSIONE il consumo va limitato inoltre dosi eccessive portano un aumento di SODIO nel sangue e quindi RITENZIONE IDRICA. Anche chi fa uso della PILLOLA dovrebbe fare attenzione.
Detto ciò bisognerebbe conoscere che tipo di variante di Glycyrrhiza stiamo assumendo.
Quindi buon senso, si consigli con medico esperto che conosce la sua clinica bene.
Dose massima adulti 2 mg al giorno OMS
Dr. Gianni Verde