Dubbio su nux vomica

L'area di Medicina non Convenzionale è riservata ai soli perfezionati in tali discipline, quindi non sarà possibile ricevere risposte da altri specialisti. Teoria e pratica delle discipline di Medicina non Convenzionale ad oggi non sono ancora sostenute da sufficiente sperimentazione scientifica e sono disciplinate dal codice di deontologia medica (art. 15)

Buongiorno, avrei un dubbio sulla nux vomica.

Ho preso quella heel per 6-7 mesi quotidianamente, su consiglio di un omeopata, e poi altri prodotti contenenti la stessa, come sin8 e Vanda 23 per altrettanti mesi.

Siccome mi è stata data nux vomica heel di nuovo da un’altra dottoressa, in alti dosaggi, e non avendo avuto benefici quando l’ho presa, sono andata a vedere se poteva aiutarmi con la mia situazione attuale, differente da allora.

Ho letto su più siti anglofoni però che la stricnina e la brucina contenute in essa si accumulano, anche prendendola in dosi moderate, e possono portare anche alla morte anche tempo dopo dall’assunzione.

È vero?
Il fegato non le smaltisce?
Quindi potrei averle ancora in circolo?

Già sono un soggetto molto molto delicato, sia fuori che dentro, vorrei capire se ho fatto ulteriori danni o se posso stare tranquilla.

Grazie.
[#1]
Dr. Piergiorgio Biondani Psichiatra, Medico di medicina generale, Perfezionato in medicine non convenzionali, Sessuologo, Psicoterapeuta 1,5k 44
Gentile ragazza,
i prodotti omeopatici e omotossicologici che lei cita contengono i principi attivi, quali la stricnina, non in dosi ponderali, ma ad una diluizione tale che tali sostanza funzionano solo come stimolo/messaggio che può indurre determinate reazioni nell'organismo.
Non vi è quindi possibilità di accumulo.
Cordiali saluti
Piergiorgio Biondani.

Dr. piergiorgio biondani

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio