L'area di Medicina non Convenzionale è riservata ai soli perfezionati in tali discipline, quindi non sarà possibile ricevere risposte da altri specialisti. Teoria e pratica delle discipline di Medicina non Convenzionale ad oggi non sono ancora sostenute da sufficiente sperimentazione scientifica e sono disciplinate dal codice di deontologia medica (art. 15)

Utente 366XXX
Gentili medici,
mi ritrovo a richiedere un consulto... sembra che i miei problemi non abbiano mai fine a volte tutto ciò mi deprime...
Parto dal presente:ho fatto di recente delle lastre per dolore soprattutto la notte e al mattino,di tipo lombare e si irradia a bacino, fianchi e anche...
E' da tempo che soffro di dolore alle spalle e da due anni di algia facciale atipica che ora sembra migliorata(a discapito della schiena). Quando mi giro sento come se qualcosa sfregasse dentro (sensazione tipo catarro)..ma la lastra è stata effettuata in sede lombare e bacino col seguente esito:
lieve scoliosi lombare/ riduzione lordosi lombare/ diradamento trabecolatura per ostepenia diffusa, senza significative riduzioni di altezza dei somi vertebrali, riduzione spazio discale L5 S1, lieve riduzione d'ampiezza articolari coxo-femorali.
Mi preoccupa quest'ultima e l'ostepenia. Mi domando l'assunzione dell eutirox per ipotiroidismo autoimmune influenzi, e se l'amenorrea associata a policistosi ovarica centri..
Mi domando se non dovevo insistere anche per una radiografia cervicale e dorsale visto che da mesi ho dolori.. E un po' ho paura della nocività dei raggiX, un po' vista la mia ansia di fondo il medico base pensa sempre a somatizzazione e al fatto che non ci sia bisogno di altri accertamenti.
La mia paura ora è la possibile terapia medica che mi proporranno: temo gli antiinfiammatori(ho avuto ernia iatale e gastrite) temo il cortisone...
Non ci sono alternative? Posso avere un virus? IN passato sono stata da un bravo omeopata(4 anni fa)che mi fece fare esami del sangue (fattore reumatoide, aslo,prot C reattiva,IgG IgA IgM tutto ok.. precedentemente feci diversi esami e ricerche per l'inversione della formula leucocitaria senza diagnosi preoccupanti..Ammetto un periodo di sofferenza personale e forse problemi cl cibo: volli dimagrire e persi15 Kg..(ora il problema è abb.superato) Forse tutto ha inciso anche nell'assorbimento del calcio...

Insomma ho 31 anni e una bimba, mi chiedo se posso ancora fare qualcosa e cosa e se sia normale l'ostepenia .. sono anni che corro e spendo e alla fine arriva un nuovo problema.
Da un po' di anni cerco di alimentarmi correttamente e forse sono fissata con la salute..
Cosa ne pensate di chiropratici, osteopati ecc?
Cosa ne pensate di omeopati? Nella mia zona c'è un omeopata-ortopedico forse potrebbe aiutarmi. Forse mancano altri esami. La VES 2mesi fa era 29, il resto ok. Forse un tipo di reuma? Ci sono integratori o fitoterapici?
Oggi andrò a mostrare il referto radiografico al medico di base ma temo sinceramente nelle possibili terapie...
Non voglio mettere in dubbio la medicina convenzionale ma a volte sento esperienze negative e mi chiedo se il problema non stia ancora più alla base...

Cosa mi consigliate? Scusate se non mi fossi spiegata bene e se forse do' troppa importanza a problemi che possono essere non così gravi.So che c'è di peggio ma temo sempre che questo possa arrivarmi in futuro.

Grazie infinite

[#1] dopo  
Dr. Alessandro Scuotto

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
COMO (CO)
SARONNO (VA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile signora,
il numero di quesiti che ci pone è notevole, ma mi sembra che essi scaturiscano, in tale sequenza incalzante, da una situazione ansiosa. Con ciò non voglio darle l'impressione di trascurare i sintomi fisici che espone nella prima parte della sua richiesta, ma desidero porre in relazione questo aspetto - somatico - con quello psichico, e non in relazione causa-effetto.

La sua richiesta in medicine-non-convenzionali e la sua precedente esperienza con la medicina omeopatica, alla luce del quadro clinico descritto, mi ispira a consigliarle di rivolgersi con fiducia ad un collega omeopata il quale - innanzitutto medico - sarà anche in grado di porre la diagnosi corretta e valutare, visitandola accuratamente, se sia necessario ricorrere alla competenza di uno psicologo e/o a terapie di altro tipo quali, ad esempio, l'agopuntura.

Cordiali saluti.
Alessandro Scuotto, MD, PhD.

[#2] dopo  
Utente 366XXX

Gentile Dott.Scuotto
Lei è stato gentilissimo a rispondermi subito... e ... forse... il fatto che io mi senta già un pochino sollevata... potrebbe significare veramente che il problema principale sia veramente psicologico...
Sa in passato avevo iniziato delle sedute: interrotte per 2 motivi: il costo e il fatto dell'affiorare in me situazioni che non posso cambiare ... forse la vergogna di ammettere che sono problemi piccoli e di fronte a cose più importanti sentirmi in colpa... l'idea di voler cambiare qualcosa ma alla fine non saper nemmeno cosa che si aggiunge all'idea di dover accettare condizioni ormai indelebili...
Sa forse sbaglio a voler darmi a tutti costi io una diagnosi... e il problema fondamentale che vorrei una persona vicino che veramente mi appoggiasse e capisse, ora questa è mio marito il quale pensa che dagli psicologi vadano solo i pazzi oppure mi fa sentire in colpa dicendomi che i miei malanni sono dovuti a causa sua... e comunque obietta sempre le mie scelte, anche a livello medico..... e forse prima questa persona poteva essere mia madre...

FORSE dovrei lasciare che tutte queste supposizioni fosse un medico a dirmele.. Ho paura di soffrire ulteriormente... e sbagliare strada ogni volta...
Sono semplicemente immatura e vorrei poter mostrare un'altro aspetto/sicurezza/forza a mia figlia...

SCUSI LO SFOGO e grazie

[#3] dopo  
Utente 366XXX

Gentile Dottore,
scusi se chiedo nuovamente consiglio.
Ieri sono stata dalla dottoressa di base a visionare le lastre e devo dire sono uscita dallo studio molto rattristita.. In poche parole mi ha detto di avere la schiena 'molto brutta' pari a una 50 60enne... mi ha prescritto una serie di esami tra cui quelli reumatologici e in ultimo la densitometria ossea ( e dinuovo mi preoccupano tutti questi raggiX)...
Ora io non le chiedo se sia daccordo con le sue prescrizioni, solo se, in previsione di recarmi da un omeopata (unicistico) specializzato in ortopedia, sia meglio andarvi con esami eseguiti alla mano oppure se chiedere un parere a lui stesso se sia meglio farli o no.

So che non è poi così grave, c'è di peggio eccetera... però vorrei fare il possibile per mantenere quel che c'è... non so se vogliamo metterla sul positivo arrivare a 50 anni e sentirmi dire che ho la schiena che possa corrispondere a 55 ?

Grazie se vorrete rispondermi.

[#4] dopo  
Dr. Alessandro Scuotto

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
COMO (CO)
SARONNO (VA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2007
Gentile signora,
la densitometria ossea non è un esame preoccupante per il rischio di radiazioni e può tranquillamente eseguirlo.
Le auguro di avere una soluzione soddisfacente per il suo disagio.
Cordiali saluti.
Alessandro Scuotto, MD, PhD.

[#5] dopo  
Utente 366XXX

Grazie per le Sue parole...
Ho prenotato una visita da un medico-ortopedico-omeopata molto apprezzato nella mia zona...
Sono ottimista, infondo avrei potuto avere diagnosi peggiori, spero di 'risalire la china' e ce la metterò tutta! Se potrò mi permetterò di informarla su eventuali risvolti, negativi o positivi possano essere.

Grazie e Lei e a ogni medico dello staff sempre pronto ad ascoltare ognuno di noi.

Buona giornata

[#6] dopo  
Utente 366XXX

Gentile Dr Scuotto,
sperando di non rubarle troppo tempo, vorrei aggiornarla sulla mia situazione... Sono in cura da un omeopata unicista da circa 2 settimane... intanto ho svolto anche esami del sangue che sembra negativizzare eventuali ipotesi di fattori reumatici (anche se credo le urine debbano essere rifatte per alcuni valori alterati) e ho fatto anche l'osteodensitometria che 'gran sorpresa' ha smentito l'ipotesi di osteopenia accreditata dalla lastra e confermata dalla dottoressa di base (che peraltro era sostituta del mio attuale medico della mutua) ... Insomma un mese di angoscia e paure e sono risultata nella norma.
Quello che importa è il risultato positivo anche se mi chiedo come una lastra a raggi x possa risultare errata!?!

Il dolore alla schiena-fianchi-bacino continua ma valuterò l'ipotesi di un massaggiatore o osteopata sentendo anche l'opinione dell'omeopata che mi segue... Sperando non si tratti invece di qualcosa di renale essendo i valori delle urine sballate...

Grazie dell'ascolto e buon lavoro

[#7] dopo  
Dr. Alessandro Scuotto

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
COMO (CO)
SARONNO (VA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2007
Gentile signora,
mi fa piacere che - anche se lentamente - notizie certe e confortanti prendano il posto di minacce ipotetiche.
Mi sembra che lei abbia intrapreso la strada efficace, la segua con fiducia.
Cordiali saluti.
Alessandro Scuotto, MD, PhD.