Utente 722XXX
Buongiorno a tutti,sono un ragazzo di 28 anni è sono stato paziente di ormai indecifrabili centri e dottori da ormai dieci anni!!Praticamente mi fu diagnosticata dieci anni fà all'età di 18 anni una cefalea tensiva,cosi la chiamano, ormai cronica!!Ho mille dubbi e mille paure perchè questa cefalea oltre che a seguirmi da 10 anni,si alza con me la mattina e viene a dormire la sera.....IL TUTTO PER DIECI ANNI PER 365 GIORNI......PUò ESISTERE UNA CEFALEA TENSIVA COSì?Il dolore lo sento in corrispondeza della fronte,le sopracciglia e gli occhi,palpebre contratte quasi da tenerle abbassate a metà con sguardo triste e privo di significato,mi alzo la mattina con dolori muscolari alla schiena che durante il giorno passano ma non sempre,e i muscoli del collo contratti!!Ora sono in visita con una dott.ssa psichiatra dopo che tutti i neurologi hanno fallito dandomi anche loro ansiolitici e antidepressivi convinti che era una causa psicologica avendo fatto tac e radiografie varie tutte negative al cranio,che mi sta dando lyrica e cimbalta insieme....!quando cominciò questo calvario,ho notato che anche a livello psicologico mi sentii strano,come in un'altra vita che non riesco a realizzare,a prendere contatto con il mondo,come se i miei piedi non toccassero a terra e di non far parte di questo mondo,provando imbarazzo,blocchi emotivi,mutismo,mancanza di argomenti e voglia di scherzare e progettare stando in mezzo alla gente quando esco alla sera o in qualsiasi situazione!!Mi è difficile per me esprimere emozioni,sentimenti,non riesco ad avere una vita sociale e uscire con gli amici....ma ripeto non sò cosa mi è successo e perchè continuo a stare cosi....in quel periodo mi lasciai con una mia morosina ai tempi ma la presi molto male essendomi legato molto sentimentalmente!!Mantengo i nervi a fior di pelle senza motivo o quando penso di stare cosi male...VORREI RIUSCIRE ALMENO A CAPIRE SE L'ANSIA E DEPRESSIONE CHE MI HANNO ASSOCIATO SCATENA QUESTA MIA CEFALEA TENSIVA SE SI CHIAMA COSI,OPPURE IL CONTRARIO,SE QUESTA CEFALEA CHE MI FA STARE DEPRESSO E ANSIOSO E NON RIUSCIRE A PENSARE A NIENTE,AVERE VUOTI DI MEMORIA,DISTRAZIONE E DEREALIZZAZIONE!!

oramai non so piu cosa fare e da chi andare,provo un grande senso di sconforto,ero un ragazzo con una grande voglia di scherzare e svolgere qualsiasi attività...ora non piu!adesso anche per la minima cosa provo un grande senso di stanchezza perenne tutto il giorno e svogliatezza all'inverosimile!!

attendo con ansia una risposta da voi medici,da chi ne è colpito senza risultati come me,meglio ancora da chi ne è uscito!

saluti

[#1]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

in questo sito non possono interagire gli utenti.

Sicuramente la cefalea e' una patologia difficile da trattare ed i risultati non sono sempre presenti.

Ora, se e' stato visitato da numerosi medici, come possiamo noi rispondere alla sua domanda?

In ogni caso, sono possibili cause psicologiche anche secondarie al non miglioramento dei sintomi lamentati.

Ha fatto qualche terapia che e' durata un tempo sufficientemente lungo?
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#2]  
Dr. Vassilis Martiadis

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FORMIA (LT)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Gentile utente,
il nostro consiglio a distanza non può che essere quello di affidarsi alle cure degli specialisti. Metta al corrente la psichiatra che la segue anche delle modalità di insorgenza di questo fenomeno, così come le ha descritte a noi. Potrebbero raprresentare un ulteriore importante elemento di valutazione.
Cordiali saluti
Dott. Vassilis Martiadis
Psichiatra e Psicoterapeuta
www.psichiatranapoli.it

[#3] dopo  
Utente 722XXX

gentili dottori,
grazie per le vostre risposte ma vorrei descrivere chiaramente questa strana sensazione che sento alla fronte!!
sento appunto come un bruciore,contrazione forte al centro della fronte in mezzo alle sopracciglia che va espandendosi alle palpebre e sulle sopracciglia....come se ci fosse qualcosa che voglia uscire,come un'energia,ma la cosa stranissima è che io anche solo sfiorando appena con un dito la zona mi si attenua il dolore,sparisce totalmente....!!io non ce la faccio piu,con tutti i dottori che ho incontrato temo proprio che non abbiano capito ma questa è solo una mia paura!io non sono dottore esperto in materia,ma penso che la cefalea tensiva come l'hanno sempre chiamata,dovrebbe stringere come una morsa a casco la testa compresa la zona occipitale,capitando in forma cronica 10-15 giorni al mese,ma io come ho descritto sono 10 anni tutti i giorni salvo nessuno che mi alzo la mattina e vado a dormire la sera...!!

dottori gradirei altre risposte in merito,se sto sbagliando ad andare da questa psichiatra che sto notando che sta mollando la situazione perchè temo non capisca neanche lei,in un anno e mezzo che mi cura pensava che sarei gia guarito con antidepressivi e ansiolitici!!LEI DANDO UNA VALUTAZIONE MI HA CONFERMATO DI SOFFRIRE DI DISTURBO D'ANSIA GENERALIZZATA!
Mi ha consigliato corsi di yoga per togliere le tensioni negative che io avrei!!

[#4]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Ok ma cosa assume e cosa ha assunto nel tempo?

Se non specifica non si capisce nulla
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#5] dopo  
Utente 722XXX

Quello che sto assumendo ora l'ho scritto nel primo testo.....LYRICA per l'ansia generalizzata e CYMBALTA per la depressione!!
poi sempre con questa psichiatra ho preso deniban,elopram sempre presi con lyrica...il lyrica non l'ho mai smesso perchè è fiduciosa!
poi negli anni precedenti con vari neurologi ho assunto sereupin,zoloft,remeron,cymbalta,efexor ma non con tempi lunghi...massimo tre mesi,non avendo risultati!

[#6]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Si ok ma i dosaggi quali sono.


Tra l'altro "tempi lunghi" non sono tre mesi che sono giusto il tempo perche' i farmaci facciano il loro effetto totale.

Comunque, credo che non siano mai stati raggiunti dosaggi efficaci.
Ed in ogni caso, se la sua diagnosi e' di cefalea l'azione e' solo sui sintomi secondari della cefalea quale puo' essere la depressione, oppure sulle condizioni "psichiche" responsabili dell'insorgenza di cefalea ma non risolutivi per la cefalea stessa che va trattata con farmaci specifici e con antiinfiammatori al bisogno.

https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#7] dopo  
Utente 722XXX

a questo punto vorrei provare la bioenergia,come diceva la psichiatra togliere le tensioni negative non riesco a far uscire...lo yoga o qualcosa di simile!!
provare anche ad andare da un'osteopata per far controllare la schiena,visto che alla mattino al mio risveglio sento anche la schiena che mi provoca fastidi,controllare l'atlante se è storto!
i fiori di bach possono essere un'alternativa valida?scusatemi la domanda ma ne sento parlar bene.....

[#8] dopo  
Utente 722XXX

dottore ha ragione ma i dosaggi non li facevo io e non decidevo i tempi....sono sempre stato nelle mani dei dottori detti "specialisti"...appunto che ritorno a dire che non hanno mai capito che cosa ho!
ma secondo lei è una cefalea come la chiama anche lei?un bruciore sulla fronte e sulle arcate sopracigliari che quando tocco questa parte anche solo sfiorando mi passa il dolore,e quando allontano il dito mi ritorna dopo dieci secondi?

tutto il giorno tutti i giorni passo le giornate a pensarci,forse come dice lei la depressione e il mio stato ansioso è secondario!!

[#9]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Non l'ho visitata e quindi non lo so.

Pero' lei descrive dei fenomeni che sono propriamente tipici di una infiammazione del nervo trigemino.

Poi che questo si aggiungano le sue problematiche interpretative e quindi passa per un paziente psichiatrico e' un altro paio di maniche.

Se i suoi sintomi sono dovuti esclusivamente ad un problema di tipo ansioso-depressivo o psichiatrico in genere, il trattamento e' psichiatrico ma ai dosaggi e nei tempi previsti, altrimenti cambia solo farmaci in continuazione.
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#10]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

La terapie e la diagnosi collimano, ma il tipo di sintomi ricorda più un meccanismo di tipo ossessivo. Specialmente il fatto che rimugini sul fatto che i medici non hanno capito, oppure hanno sottovalutato o non compreso perché lei non ha saputo rendere sufficientemente bene il disturbo. E' uno di quei disturbi in cui più ne parla e meno sembra di capire l'entità e la portata del sintomo in sé, forse perché il sintomo "vero" è l'ossessione.

Terapie magiche e termini tipo "energie negative" lasciamoli ad ambiti non medici. Usi terapie che abbiano un senso rispetto alle diagnosi fatte. Il resto può far bene a tutto ma a niente in particolare.

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#11]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
[#12] dopo  
Utente 722XXX

Salve Dott.Ruggero,
i dosaggi al momento sono:lyrica 150 mg 1 compressa al mattino,2 compresse ore 22.
Cymbalta 60 mg 1 compressa al mattino dopo colazione.
ieri cono stato dalla psichiatra e mi ha diminuito il lyrica alla sera al posto di 1 compressa da 150 mg prendo 1 compressa da 75 mg perchè gli dissi che quando me l'aumento ultimamente da 300 mg lo portò a 450 mg ho notato problemi di erezione,sessuali in generale!!se il problema migliora vorrebbe toglierlo del tutto!
poi sempre ieri mi ha dato da prendere laroxyl 5 gocce alla sera prima di coricarmi,solo che stamattina non volevo alzarmi....il laroxyl me lo diede già ma senza risultati,ora vuole riprovare...ma oggi mi sento come ubriaco ma sono riuscito lo stesso a lavorare ma con molta piu calma e spensieratezza....infatti il bruciore alla fronte non si è quasi presentato...solo appena!!
In conclusione mi disse ieri le stesse parole del dott.Pacini...si ossessionarmi di meno,non pensarci e tentare di concentrarmi sulle mansioni che svolgo,è una cosa di tipo "ossessivo"!ma io ora mi chiedo:ma chi l'ha mai voluto questo disturbo?come mai si è presentato?non certo perchè mi piaceva e pensavo quando venisse...!!
sò che è stupido ma altro no sò che dire.Ancora mi disse che mi farebbe molto bene lo yoga,o qualsiasi tecnica di rilassamento!

A voi le risposte!

Ringrazio ancora voi medici per l'aiuto nelle vostre risposte!

[#13]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
I dosaggi sono giusti, quindi dovrebbero vedersi a breve dei risultati.

Lo yoga puo' anche andare bene se non gli attribuisce valenza di metodo di guarigione.
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#14]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Non credo che nessuno voglia i suoi disturbi, quindi varebbe la stessa domanda per qualsiasi cosa.

Segua le cure del suo medico, se non funzinoano bene le cambierà secondo il suo orientamento.
Non confonderei però le cure e altre attività che faranno bene ma non hanno attinenza con il disturbo di cui stiamo parlando.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#15] dopo  
Utente 722XXX

pensate che faccia bene la psichiatra a togliermi il lyrica?me lo ha dim inuito per i problemi che ho espresso sopra riguardo all'erezione,poi non sa bene neanche lei se l'aumento del lyrica fosse la causa ma il problema lo ebbi proprio quando me lo aumentò!se il problema migliorà vorrà dimimuirlo e togliermelo.....come posso allenare la mia mente a non pensarci al dolore visto che parlava di un circolo vizioso che piu mi fossilizzo su questo disturbo e piu lo sento??

[#16]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Allora: lei ha denunciato un effetto collaterale, la psichiatra provvede in un modo che lei comprende, poi a questo punto le viene un dubbio gratuito.
Intendevo proprio questo: esegua quello che è stato deciso se in generale si fida del suo psichiatra. in teoria può dubitare di qualsiasi cosa, la soluzione non è ricominciare con delle spiegazioni tecniche dopo aver preso le decisioni.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it